Venerdì, 27 Ottobre 2017 14:26

L'Ape volontario

È entrato in vigore solo il 18 ottobre 2017 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017 n.150 relativo all'anticipo pensionistico volontario. La misura avrebbe dovuto essere operativa già entro i primi di marzo, secondo quanto disposto dalla norma di riferimento (L. 232/2016), ma la complessità di questa prestazione di natura creditizia ha comportato maggiori difficoltà nella stesura della disciplina attuativa rispetto all’ape sociale e alla pensione anticipata dei lavoratori precoci. In realtà, per completare definitivamente il quadro regolatorio dell’ape volontario si dovranno attendere gli Accordi Quadro con le associazioni bancarie e assicurative che conterranno, fra le altre informazioni, i dati per calcolare i costi che i contribuenti dovranno sostenere per andare in pensione prima.

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la circolare n.10/2017, analizza il DPCM illustrando i requisiti di accesso e l'iter burocratico per l'ottenimento della misura, soffermandosi anche sugli Accordi Quadro, sull'opzione di finanziamento supplementare, sulla possibilità di estinguere anticipatamente il prestito e sul Fondo di Garanzia presso l'Inps.

Notizie correlate: Ape sociale, quasi il 65% delle domande respinte

Rassegna web: adnkronos.com - affaritaliani.it - giornalepartiteiva.it - ildubbio.news - ipsoa.it - liberoquotidiano.it - siciliainformazioni.com

 

-->