Venerdì, 26 Ottobre 2018 16:27

Premi di risultato: conversione in welfare previdenziale e sanitario

Il legislatore, a partire dall'anno 2017, ha incentivato la conversione dei premi di risultato detassabili in forme di welfare di particolare utilità sociale, come la previdenza complementare o l’assistenza sanitaria integrativa. La possibilità di convertire i premi è stata accompagnata (art. 1 c. 184-bis L. 208/2015) da un aumento delle soglie di esenzione fiscale, normalmente fruibile secondo la relativa disciplina. Nulla è stato detto, invece, sul regime contributivo dei premi detassabili, convertiti in contributi ai fondi pensione o alle Casse sanitarie, lasciando di conseguenza agli operatori del mercato del lavoro il problema del relativo assoggettamento contributivo.

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro con l'approfondimento del 26 ottobre 2018, realizzato in collaborazione con il Mefop, si propone di investigare i presupposti normativi e la più corretta gestione contributiva della conversione del premio di risultato in forme di welfare previdenziale o sanitario, anche alla luce dei precedenti orientamenti forniti dall’Istituto nazionale di previdenza sociale.

Leggi l'approfondimento

Rassegna web: - dottrinalavoro.it - ildenaro.it - ildubbio.news - ilfoglio.it - giornalepartiteiva.it - ilsannioquotidiano.it - impresamia.com - ipsoa.it - lavocedinovara.com - liberoquotidiano.it - mysolution.it - oggitreviso.it - olbianotizie.it - sassarinotizie.com - today.it

Notizie correlate: Al via gli sgravi sui premi di risultato - Coinvolgimento paritetico dei lavoratori, i vantaggi fiscali - Calderone, consulenza previdenziale competenza strategica

0
0
1
s2smodern