Giovedì, 24 Ottobre 2019 17:10

Manovra, meno tasse e più sostegno ai lavoratori autonomi

Il mondo del lavoro autonomo, pur essendo “una componente importante del mercato del lavoro in Italia”, è tagliato fuori dagli “interventi anche di contenimento in materia di cuneo fiscale”, diventando invece destinatario “di una serie di provvedimenti che possono complicare il modo di lavorare, di offrire servizi alla Pubblica Amministrazione e alla collettività”. A sottolinearlo la Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, commentando le prime anticipazioni sulla prossima manovra finanziaria durante “Punti di vista”, il programma di approfondimento politico della web tv dei Consulenti del Lavoro. E in tema di contrasto all'evasione fiscale, per l'onorevole Francesco Lollobrigida, non si può combattere aumentando le tasse come avviene in questa manovra. Per evitare l'aumento, stimato tra gli 8 e i 10 mld, basterebbe secondo FdI “abolire il reddito di cittadinanza" e investire più risorse sulla riduzione del cuneo fiscale che non agisce su autonomi e imprese. In un paese in cui “manca la certezza del diritto” immaginare, come sta facendo il governo, che il carcere per chi evade “sia la prima soluzione e non l’ultima è scorretto”, ha sottolineato Lollobrigida. La necessità di dare norme certe ai cittadini trova d’accordo anche il senatore del PD Tommaso Nannicini: “Ho salutato con favore che non si facciano passi indietro rispetto al regime forfettario per le partite Iva. Tornare all’analitico sarebbe stato di nuovo creare ogni anno cambiamenti e poca certezza. Ma c’è ancora da fare su questo fronte", ha ammesso.

Guarda il dibattito

Leggi il comunicato stampa

Notizie correlate: Via libera a ddl Bilancio e decreto fiscale - Governo approva la NaDef

0
0
0
s2smodern