Mercoledì, 13 Giugno 2018 13:05

Lavori gravosi: come chiedere l'Ape sociale

È stato pubblicato il 12 giugno in Gazzetta Ufficiale n. 134 il decreto 18 aprile 2018, redatto dal Ministero del Lavoro di concerto con il Dicastero dell'Economia per definire le procedure di presentazione della domanda di pensione da parte di chi svolge lavori gravosi e per la verifica della sussistenza dei requisiti da parte dell'Inps. Come noto, alle 15 categorie di professionali che svolgono mansioni gravose - stabilite dal decreto del 5 febbraio 2018 - è riconosciuta la possibilità di richiedere l'applicazione del beneficio dell'Ape sociale con 63 anni e 36 anni di contributi, oppure ritirarsi con la pensione anticipata al raggiungimento di 41 anni di contributi e di 12 mesi di lavoro effettivo prima del 19° anno di età.

Il decreto pubblicato ieri stabilisce che le domande possono essere presentate all'Inps in modalità esclusivamente telematica secondo il modello predisposto dall'Istituto e approvato dal Ministero del Lavoro. Alla domanda deve essere allegata apposita dichiarazione del datore di lavoro che attesti i periodi di svolgimento del lavoro, il contratto collettivo applicato, il livello di inquadramento attribuito, le mansioni svolte, nonché il relativo codice professionale ISTAT ove previsto.

Il diritto al beneficio è comprovato attraverso la verifica, anche d'ufficio, delle comunicazioni obbligatorie del rapporto di lavoro o, in mancanza di queste, per mezzo della dichiarazione del datore di lavoro. Ammessa come prova una dichiarazione sostitutiva del lavoratore solo nel caso in cui il datore di lavoro non possa trasmettere le comunicazioni per oggettiva impossibilità o per cessazione dell'attività. L'Inps ai fini dell'accoglimento della domanda, attraverso lo scambio di dati con il Ministero del Lavoro e coinvolgendo l'Ispettorato Nazionale del Lavoro, verificherà infine la sussistenza delle condizioni previste dal decreto e la conformità delle dichiarazioni rese dal datore di lavoro e dal lavoratore.

Notizie correlate: Ape sociale e lavoratori precoci, le faq di Fondazione Studi - Ape sociale e precoci fino al 20 aprile per integrare le domande - Ape sociale, l'Inps corregge la circolare n.34/2018

0
0
1
s2smodern