Mercoledì, 09 Maggio 2018 08:33

Regolarità contributiva: semplificazioni in arrivo

Sarà implementata la procedura di Verifica della Regolarità Contributiva dell’Inps per richiedere il DURC e l’accesso alle agevolazioni. Questa la principale novità illustrata dal Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Vincenzo Silvestri, in un video per la web tv nel quale ha commentato gli esiti del tavolo tecnico tra Consiglio Nazionale dell’Ordine e Direzione Centrale Inps tenutosi lo scorso 19 aprile. La nuova procedura gestionale, che prevede l'abbandono del sistema dei semafori ai fini della regolarità contributiva, sarà sostituita dalla D.P.A (dichiarazione preventiva aziendale). “È una possibilità – spiega il Consigliere - che viene data alle aziende e ai loro intermediari di verificare ex ante la propria posizione contributiva” in modo simile a quello che avviene per il Durc online. “Il sistema andrà a scandagliare la situazione aziendale ed emetterà un provvedimento di eventuale regolarizzazione della posizione dell’azienda”. A questo punto l’emissione del Durc positivo – che come noto ha una validità di 120 giorni - permetterà all’azienda di operare in tranquillità. “Non sarà comunque un’operazione obbligatoria” - avverte Silvestri - ma il rischio può essere quello di vedersi bloccate le agevolazioni.

Guarda il video

Notizie correlate: Novità Inps, Durc più semplice - Calderone, l'obiettivo è semplificare flussi e procedure - Gestione Durc interno per il godimento dei benefici contributivi

0
0
1
s2smodern