Stampa questa pagina
Venerdì, 27 Aprile 2018 16:24

Nuovo modulo TFR2

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.91 del 19 aprile 2018 il decreto 22 marzo 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, che interviene modificando il “modulo TFR2” utilizzato per la manifestazione, da parte dei lavoratori assunti dopo il 31 dicembre 2006, della scelta di destinazione del trattamento di fine rapporto. I lavoratori potranno infatti scegliere di destinare al fondo pensione una percentuale minima di TFR maturato e tale indicazione dovrà essere espressa all’interno del modulo TFR 2.

Le modifiche contenute nel decreto intervengono, in particolare, nella Sezione 1, e prevedono che "il proprio trattamento di fine rapporto non venga destinato ad una forma pensionistica complementare e continui dunque ad essere regolato secondo le previsioni dell’art. 2120 del codice civile”. Mentre il secondo punto elenco è sostituito con la seguente formulazione “che il proprio trattamento di fine rapporto venga conferito integralmente o nella seguente misura in conformità alle previsioni delle fonti istitutive: … %, a decorrere dalla data della presente, alla seguente forma pensionistica complementare …… alla quale il sottoscritto ha aderito in data ../../….., fermo restando che la quota residua di TFR continuerà ad essere regolata secondo le previsioni dell’art. 2120 del codice civile. Allega copia del modulo di adesione”.

Notizie correlate: Tfr al fondo tesoreria Inps, istruzioni operative - Tfr al fondo per aziende costituite nel 2017 dichiarazione entro 31.3 - Il flop del Tfr in busta, part-time agevolato e Ape

0
0
0
s2smodern