Venerdì, 27 Aprile 2018 15:34

Credito d'imposta per investimenti nel Mezzogiorno

Nuove procedure di ammissione alle risorse per il Programma Operativo Nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR per i progetti di investimento delle PMI beneficiarie. A disciplinarle il decreto direttoriale 23 aprile 2018 del Ministero dello Sviluppo Economico a seguito delle modifiche, introdotte dall’articolo 7-quater del Decreto Legge 29 dicembre 2016, n. 242 e dai provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate del 14 aprile 2017 e del 29 dicembre 2017, al credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

Le nuove norme si applicano alle acquisizioni di beni strumentali nuovi effettuate a partire dal 1° marzo 2017 e fino al 31 dicembre 2019. La data del 1° marzo 2017 segna, dunque, una sorta di spartiacque per l’applicazione delle nuove regole. Infatti, per i progetti anteriori a tale data si applica la disciplina del decreto del 4 gennaio 2017.

In particolare, le modifiche del decreto direttoriale del 23 aprile 2018 riguardano l’ampliamento della base di calcolo dell’incentivo, la percentuale di agevolazione e i territori interessati. In riferimento a quest'ultimo punto, infatti, grazie alla modifica alla Carta degli aiuti a finalità regionale 2014-2020 intervenuta con la decisione della Commissione Europea C (2016) 5398, sono ammissibili al PON IC i progetti di investimento effettuati nell’intero territorio della regione Sardegna. Anche qui, però, la nuova disciplina sarà applicabile soltanto dal 1° marzo.

Nel decreto specificati, infine, i requisiti per la valutazione di ammissibilità alle risorse del PON, gli adempimenti delle PMI beneficiarie, le verifiche effettuate dal Ministero su requisiti e caratteristiche di innovatività e gli oneri informativi.

Notizie correlate: Mise, riqualificazione delle aree di crisi industriale - Credito d'imposta per il Sud - Credito imposta Sud, istituito codice tributo

0
0
1
s2smodern