Venerdì, 23 Marzo 2018 14:31

Fisco: guida sulle agevolazioni per l'attrazione di capitale umano in Italia

È disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate la nuova guida "Gli incentivi fiscali per l'attrazione del capitale umano in Italia", destinata a lavoratori “impatriati”, docenti e ricercatori che si trasferiscono in Italia e nuovi residenti. La pubblicazione, articolata in sei capitoli corredati di tabelle di riepilogo, illustra i requisiti per accedere alle agevolazioni fiscali riconosciute a chi trasferisce la propria residenza fiscale nel territorio nazionale e le modalità per fruirne.

La guida illustra in dettaglio quali sono i vantaggi fiscali, chi sono i lavoratori interessati dai benefici e come individuare il concetto di residenza. In particolare, per i lavoratori “impatriati” che trasferiscono la residenza fiscale in Italia, la tassazione dal 1° gennaio 2017 avviene sul 50% dell'ammontare dei redditi di lavoro. Il regime agevolato per i nuovi residenti prevede, invece, a prescindere dallo svolgimento di un'attività lavorativa, un’imposta sostitutiva forfettaria dell’Irpef sui redditi prodotti all’estero, pari a 100mila euro, in alternativa alla tassazione ordinaria, per una durata massima di 15 anni. Per docenti e ricercatori, infine, è prevista una tassazione minima dei redditi di lavoro dipendente e autonomo prodotti in Italia per lo svolgimento dell’attività di docenza e ricerca.

Notizie correlate: Lavoratori estero, istruzioni retribuzioni convenzionali 2018 - Retribuzioni 2018 per i lavoratori all'estero - Fuga dall'Italia, dove e come si spostano gli italiani per lavorare negli anni della crisi

0
0
0
s2smodern