Martedì, 20 Febbraio 2018 09:01

Ape: adesione e recesso istituti finanziatori e imprese assicuratrici

Con la circolare n. 28 del 13 febbraio l’Inps ha fornito le prime istruzioni applicative per l'Anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE). Con il messaggio n.737 del 16 febbraio l'Istituto comunica le procedure da effettuare per le comunicazione di adesione e recesso da parte degli istituti finanziatori e delle imprese assicuratrici.

In particolare, l'accordo quadro bancario stipulato tra il Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali e l’ABI prevede che gli istituti finanziatori che intendono aderire all’accordo debbano comunicarlo all’Inps, e per conoscenza all’ABI, mediante un apposito modulo allegato all’accordo stesso. Il modulo compilato in ogni sua parte - si legge nel messaggio Inps - dovrà essere inviato all’indirizzo di posta elettronica certificata della Direzione centrale pensioni dell’Inps (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) indicando nell’oggetto “Adesione Istituto finanziatore anticipo finanziario a garanzia pensionistica (c.d. APE)”. Sarà l'Inps a rendere operativa l'adesione entro 30 giorni dalla data di ricezione della stessa. Nel caso in cui gli istituti finanziatori intendano recedere dall’accordo quadro, gli stessi devono comunicare il recesso all’INPS e per conoscenza all’ABI, tramite posta certificata (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), indicando nell’oggetto “Recesso Istituto finanziatore anticipo finanziario a garanzia pensionistica (c.d. APE)”. Le comunicazioni di recesso pervenute all’INPS entro il giorno 15 del mese,  hanno effetto a partire dal primo giorno del mese successivo; quelle pervenute all’INPS dopo il giorno 15 del mese hanno effetto a partire dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di comunicazione. Il recesso degli istituti finanziatori dall’accordo quadro bancario - avverte l'Inps -  non produce effetti sulle operazioni di finanziamento perfezionate prima della data di efficacia del recesso medesimo.

Analoga procedura è da effettuare per quanto riguarda l’accordo quadro per la polizza assicurativa obbligatoria per il rischio di premorienza, stipulato tra il Ministro dell’economia e delle finanze, il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali e l'Ania. L'accordo prevede infatti che le imprese assicuratrici aderiscano all’accordo quadro assicurativo tramite comunicazione scritta da inviare all’Inps (all'indirizzo di posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), utilizzando l’apposito modulo, da compilare in ogni sua parte, allegato all’accordo stesso e anche in questo caso sarà l'Istituto a rendere operativa l'adesione entro 30 giorni dalla data di ricezione della stessa.

Nel caso in cui le imprese assicuratrici intendano recedere dall’accordo quadro assicurativo, le stesse devono comunicare il recesso all’Inps mediante l’apposito modulo allegato all’accordo stesso effettuando la procedura di cui sopra.

Notizie correlate: Ape online, il simulatore per il calcolo della rata - Appuntamento il 31 gennaio con il 17° Forum Lavoro/Fiscale

0
0
1
s2smodern