Lunedì, 07 Agosto 2017 08:09

Le Novità Normative della Settimana dal 31 luglio 2017 al 6 agosto 2017

Pubblicato il Codice per il terzo settore
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.179 del 2 agosto 2017il Decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117recante "Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106". Con il provvedimento si completa l'attuazione della legge 106/2016 "Delega al Governo per la riforma del terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale". - Link

Modalità applicative del contributo del credito d'imposta, in favore delle fondazioni di cui al decreto legislativo 17 maggio 1999, n. 153.
Nella Gazzetta Ufficiale dn. 180 del 3 agosto 2017 è stato pubblicato il DM 9 maggio 2017, con il quale il ministero del Lavoro , in attuazione di quanto previsto dalla legge di bilancio 2017, ha adottato le modalità applicative del contributo riconosciuto, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle fondazioni bancarie. - Link

Malattia per gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo e al Fondo pensioni sportivi professionisti
Con la circolare n. 124 del 2017, l’INPS riepiloga la disciplina previdenziale che riguarda la contribuzione a finanziamento dell’indennità economica di malattia in favore degli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo e al Fondo pensioni sportivi professionisti. - Link

Indennità di disoccupazione in favore degli operai agricoli a tempo indeterminato
L’Inps, con  messaggio n. 3180 del 1° agosto 2017, ha reso noto i  chiarimenti in merito all’indennità di disoccupazione in favore degli operai agricoli a tempo indeterminato, soprattutto in ordine al contenzioso amministrativo e giudiziario instaurato da tale categoria di lavoratori per l’ottenimento di indennità di disoccupazione non agricola (DSO, ASpI/miniASpI, NASpI). L’Istituto ricorda che l’articolo 2, D.Lgs. 22/2015, conferma l’esclusione dall’ambito di applicazione della indennità NASpI degli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato, per i quali trovano applicazione le norme dell’articolo 2, comma 3, L. 92/2012. - Link

Prestazioni di lavoro occasionale  Estensione dell’operatività agli intermediari previdenziali e ampliamento degli strumenti di pagamento
Con il messaggio n. 3177 del 2017, l’INPS detta le istruzioni utili agli intermediari per gestire, su apposita delega fornita dai soggetti interessati, la procedura telematica dedicata alle prestazioni occasionali utilizzate da privati, imprese e pubbliche amministrazioni. - Link

 

Disposizioni transitorie in  materia di liquidazione anticipata della pensione di vecchiaia nei confronti dei giornalisti
Con la Circolare n. 15 del 38/2017 il Ministero del lavoro  ha definito la quantificazione dei prepensionamenti che possono essere autorizzati, nel rispetto dei requisiti di cui all'art. 3 del D.lgs. n. 69/2017, a valere sulle risorse stanziate dall'art. 53-bis del Decreto legge n. 50/2017. La Circolare individua i piani che sono stati presentati al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali entro lo scorso 31/12/2016, ai fini del ricorso al prepensionamento dei giornalisti in esubero. - Link

Anzianità di effettivo lavoro presso l’unità produttiva
Con la circolare n. 14 del 26 luglio 2017 il Ministero del lavoro fornisce alcuni chiarimenti in merito al requisito dell’anzianità lavorativa dei 90 giorni richiesto per accedere al trattamento di integrazione salariale, al momento della presentazione delle istanze relative ai programmi di riorganizzazione aziendale, crisi aziendale o contratti di solidarietà difensivi, ai sensi dell’articolo 21 del decreto legislativo n. 148/2015. - Link

 

Modifiche alle sanzioni civili per lavoro nero
L’Inail, con la circolare n. 31 del 28 luglio 2017, riassume la disciplina delle sanzioni civili per i casi di impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, a seguito delle modifiche  introdotte dall’articolo 22 del D.lgs 14 settembre 2015, 151. - Link

 

 

 

Trattamento fiscale delle spese di emissione di un prestito obbligazionario
Con la risoluzione n. 102 del 26 luglio 2017, l’Agenzia delle Entrate fa luce sulle modalità di deduzione delle spese per emissione di prestiti obbligazionari. Il documento di prassi, in particolare, chiarisce che solo nel caso in cui ci si avvalga della facoltà di deduzione per cassa prevista dal comma 13 dell’articolo 32 del decreto legge n. 83/2012 tali spese sono escluse dall’ambito di applicazione dell’articolo 96 del Tuir. - Link

Comunicazioni dei dati delle fatture e delle liquidazioni periodiche I.V.A. - Applicabilità dell'istituto del ravvedimento operoso
Con la risoluzione n. 104 del 28 luglio 2017, l’Agenzia delle Entrate afferma che visto che il D.L. n. 193 del 2016 ha introdotto l'obbligo della comunicazione trimestrale dei dati delle fatture emesse, di quelle ricevute e registrate, e delle relative note di variazione, nonché della comunicazione dei dati di sintesi delle liquidazioni periodiche IVA (articoli 21 e 21-bis del D.L. n. 78 del 2010). Le violazioni di tali obblighi sono sanzionate dall'articolo 11, commi 2-bis e 2-ter, del D.Lgs. n. 471 del 1997. Le stesse hanno, dunque, natura amministrativo-tributaria e, pertanto, risulta loro applicabile l'istituto del ravvedimento operoso previsto dall'articolo 13 del D.Lgs. n. 472 del 1997. Nel documento di prassi si forniscono, anche tramite appositi quadri sinottici, le concrete modalità di regolarizzazione delle violazioni citate. - Link

Definizione agevolata delle controversie tributarie
Con la circolare n. 22 del 28 luglio 2017, i chiarimenti interpretativi sulla definizione agevolata delle liti pendenti nelle quali è parte l'Agenzia delle Entrate Nella documento di prassi si evidenzia, in primo luogo, che il nuovo istituto è finalizzato - oltre che alla deflazione dei numerosi giudizi tributari in cui è parte l'Agenzia - al completamento dell'effetto definitorio inerente alle liti interessate dalla definizione agevolata dei carichi affidati all'agente della riscossione entro il 31 dicembre 2016. - Link

Utilizzo in compensazione tramite modello F24, ai fini del pagamento per l'anno 2017 delle imposte sui redditi, dell'IRAP e dell'IMU, delle agevolazioni spettanti alle microimprese localizzate nella zona franca dell'Emilia
Con la risoluzione n. 106 del 01 agosto 2017, l’Agenzia delle Entrate rende noto chele microimprese localizzate nelle zone franche dell’Emilia, che per l’anno 2017 intendono fruire delle agevolazioni fiscali estese, dal Dl 244/2016, agli anni 2017 2018 e 2019, possono indicare nel campo “anno di riferimento” del modello F24 l’anno 2016. Con successivo documento di prassi sarà comunicata la data a partire dalla quale si potranno indicare nei modelli F24 gli anni di riferimento 2017, 2018 e 2019. - Link

Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a seguito della definizione agevolata delle controversie tributarie
Con la risoluzione n. 108 del 01 agosto 2017, l’Agenzia delle Entrate istituiscedei codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a seguito della definizione agevolata delle controversie tributarie, ai sensi dell'articolo 11 del decreto legge 24 aprile 2017, n. 5. - Link

Agevolazioni 'prima casa' (eventi sismici inagibilità)
Con la risoluzione n. 107 del 01 agosto 2017, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che Il contribuente potrà beneficiare delle agevolazioni 'prima casa' per l'acquisto di un nuovo immobile, ancorchè risulti già proprietario di altro immobile acquistato con le agevolazioni ma dichiarato inagibile a causa di eventi sismici con provvedimento delle autorità competenti. - Link

Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica del modello di istanza per il computo in diminuzione delle perdite pregresse dai maggiori imponibili nell’ambito dell’attività di accertamento
L’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 1 agosto 2017 approva il modello di istanza per il computo in diminuzione delle perdite pregresse dai maggiori imponibili nell'ambito dell'attività di accertamento (articolo 42, quarto comma, Dpr 600/1973), l'Ipea, trova le specifiche tecniche per essere trasmesso direttamente dai contribuenti attraverso i servizi telematici Entratel o Fisconline ovvero tramite gli intermediari abilitati. - Link

 
 
0
0
0
s2smodern