Giovedì, 13 Luglio 2017 09:30

Ape sociale, il Vademecum della Fondazione Studi

A pochi giorni dalla chiusura della prima finestra di invio della domanda di certificazione INPS dei requisiti per ottenere l’Ape Sociale, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha predisposto un Vademecum che permette di richiedere l'anticipo attraverso i diversi step previsti dalla procedura informatizzata fornita dall'Istituto, alla luce della disciplina fornita dal DPCM 88/2017 e dalla circolare INPS n. 100/2017.

Il documento si propone di riepilogare requisiti, tempistiche e scadenze nonché i diversi passaggi e le caratteristiche della documentazione da allegare, esemplificando alcuni casi pratici che potranno aiutare a dirimere situazioni controverse. All'interno del Vademecum trova posto un'analisi schematica delle fasi amministrative del procedimento di richiesta della nuova indennità (valido solo fino a novembre 2018), dell’Istruttoria e definizione da parte dell’INPS, chiarendo anche quali sono i passaggi successivi da osservare per potere acquisire nel corretto timing la nuova indennità di accompagnamento alla pensione di vecchiaia istituita dalla Legge di Stabilità del 2017.

Oggetto di trattazione anche i termini per maturare i requisiti anagrafici, contributivi e soggettivi quali status di disoccupazione, assistenza a parenti disabili conviventi, addetti a mansioni usuranti o status di invalidità con alta riduzione della capacità lavorativa. Da ultimo, invece, vengono analizzate le differenti casistiche che possono portare alla decadenza dall’Ape e alle conseguenti azioni di recupero da parte dell’Istituto.

Leggi il Vademecum

Ape Sociale e lavoratori precoci: le Faq di Fondazione Studi

Notizie correlate: Ape: Calderone, iter normativo in ritardo per una misura troppo rigida - Ape sociale, le istruzioni di Fondazione Studi ad Agorà - Ape sociale, boom di domande

0
0
0
s2smodern