Mercoledì, 21 Giugno 2017 09:34

Appalti e somministrazione illeciti: come contrastarli

In materia di somministrazione illecita le pratiche elusive si fanno sempre più sofisticate. Soprattutto attraverso il contratto dell’appalto”. Così Pasquale Staropoli, esperto della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, evidenziando come spesso per tali illeciti l’intervento dell’attività ispettiva, per via del corollario normativo, non si rivela sufficiente.

Staropoli si sofferma sul recente intervento di depenalizzazione introdotto con il D.lgs. n.8/2016 che, nonostante sorretto da intenti condivisibili e pur sanzionando con pene pecuniarie significative le violazioni in materie, si è rivelato inefficace per contrastare o quantomeno arginare fenomeni di intermediazione illecita. Bisognerebbe – continua l’esperto – perorare la causa di un ritorno alle sanzioni penali e utilizzare di più strumenti esistenti ed efficaci e già nella piena disponibilità dei Consulenti del Lavoro e delle parti in causa: la certificazione dei contratti e l’Asse.Co.

Guarda l’intervento

Notizie correlate: Caporalato, appalti e intermediazione: dei veri "reati sociali" - Lavori in appalto: è boom di violazioni con la depenalizzazione - Pennesi, agenzia ispettiva vigila su illegalità multiservizi

0
0
1
s2smodern