Venerdì, 23 Dicembre 2016 09:25

Consulenti in campo per welfare aziendale e politiche attive

Tanti ancora i campi sui quali i Consulenti del Lavoro possono e devono puntare in questo 2017, oramai alle porte, per essere sempre più competitivi sul mercato e per offrire consulenze strategiche e performanti sul mercato: dalle politiche attive al welfare aziendale. Così la presidente Nazionale, Marina Calderone, che ai microfoni della web tv di Categoria fa un bilancio sul 2016, sottolineando le nuove frontiere della professione e i nuovi traguardi da raggiungere.

“Sarei assolutamente inadeguata se dicessi che non sono soddisfatta per quello che la Categoria è riuscita ad ottenere in questi ultimi anni”. Un cammino che ha portato la professione ad ottenere riconoscimenti sempre più importanti, confermando il ruolo d’ausilio per imprese e lavoratori. “Dalla legge 12/79 – ribadisce nell’intervista - i Consulenti del Lavoro hanno deciso di scrivere una storia diversa: occuparsi di lavoro a 360°". Un messaggio a non fermarsi e a non smettere di investire nella propria formazione è rivolto poi ai giovani che vogliono intraprendere il percorso formativo per diventare Consulenti del Lavoro perché “formarsi continuamente è lo strumento migliore per valorizzare ambiti e competenze acquisite e per essere pronti ad accogliere le sfide del futuro in una prospettiva multidisciplinare”. Inoltre, uno sguardo è rivolto al ruolo della Categoria in materia di politiche attive del lavoro e welfare aziendale, senza tralasciare l’importanza di investire sempre più nell’innovazione tecnologica.

Guarda il video