Lunedì, 21 Novembre 2016 08:35

Pagina speciale 13° Forum Lavoro

Chiuso il 13° Forum Lavoro, in diretta dalle 09:00 alle 13:00 sul canale 828 di Sky per approfondire le ultime novità in materia di lavoro.

Numerosissimi gli argomenti in discussione: dal decreto correttivo alla Legge finanziaria 2017, dal Jobs Act degli autonomi alla somministrazione illecita. E poi il nuovo assetto delle politiche attive del lavoro, il welfare aziendale, la nuova disciplina del cambio d'appalto ed il riordino degli incentivi in vigore dal prossimo anno. Le novità saranno analizzate dagli esperti della Fondazione Studi e dai tecnici di Equitalia, Inps, Agenzia delle Entrate e Ministero del Lavoro che risponderanno ai quesiti. Tra gli interventi anche quelli del Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti; il Ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini; il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Tommaso Nannicini; il Sottosegretario al Ministero del Lavoro, Luigi Bobba; il Direttore Generale ANPAL, Salvatore Pirrone; il Direttore dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, Paolo Pennesi, il Direttore dell'Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro, Danilo Papa; l'Amministratore Delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini e tanti altri. L'evento sarà moderato da Rosario De Luca e vedrà la partecipazione della Presidente CNO, Marina Calderone. Ai Consigli Provinciali sarà fornito l'indirizzo per seguire l'evento in collegamento streaming. - La locandina - Le sedi collegate

Rassegna stampa: La Provincia di Varese 29.11.2016

Rassegna web: adnkronos.com - arezzoweb.it - cataniaoggi.it - giornalepartiteiva.it - ilmeteo.it - natiperlavorare.it

 

POLETTI AL FORUM LAVORO: "SERVE COLLABORAZIONE SU ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO”

In web tv il contributo video del Ministro del Lavoro

GUARDA IL VIDEO

"Sull'alternanza scuola- lavoro serve la vostra collaborazione. Abbiamo necessità di portare un milione e mezzo di giovani nel progetto nel triennio e il ruolo dei vostri studi con le imprese è fondamentale". Così il Ministro del lavoro, Giuliano Poletti è intervenuto, con un contribuito video, alla 13^ edizione del Forum lavoro. Per Poletti c'è la necessità di una collaborazione con i Consulenti del lavoro "per farsi carico di un progetto che riguarda il futuro dei nostri giovani".

Secondo il ministro il contributo della categoria non si fermerà nei prossimi mesi solo all'alternanza scuola- lavoro "visto che nella legge di bilancio ci sono tanti temi sui quali la vostra professione ha la possibilità di esercitare la propria attività e il proprio contributo. Ad esempio, adesso i Consulenti del lavoro possono intervenire nella procedura delle dimissioni on line". Inoltre, a livello previdenziale, ha aggiunto Poletti, "abbiamo deciso di rendere utilizzabile anche per le casse previdenziali privatizzate dei professionisti la possibilità del cumulo gratuito, superando un'ingiustizia".

 

MASSIMILIANO FICO - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Novità dal decreto correttivo al Jobs Act

SCARICA LE SLIDE

Il Correttivo sul Jobs Act interviene sull’apprendistato per la qualifica e diploma professionale all’apprendistato di alta formazione e ricerca, dalle nuove regole per il lavoro accessorio, alle variazioni su CIGO, CIGS e solidarietà, dalla Naspi alla nuova vigilanza dell’INL, dalle nuove regole sulle politiche attive del lavoro ai ritocchi al collocamento obbligatorio. Senza dimenticare l’inclusione dei Consulenti del lavoro tra i soggetti abilitati alla trasmissione delle dimissioni telematiche. - Leggi la guida per i Consulenti del Lavoro

 

PAOLO PIZZUTI - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

La nuova disciplina del cambio appalto

SCARICA LE SLIDE

Le ragioni della Riforma sono la procedura di pre-infrazione aperta dalla Commissione UE nei confronti del Governo italiano e la Direttiva 2001/23/CEE impone agli Stati membri di specificare che il subentro nell’appalto costituisce trasferimento d’azienda quando, oltre al personale, passino anche beni di non trascurabile entità. Esaminati anche i requisiti del “nuovo” cambio appalto, il concetto di “identità d’impresa” e la giurisprudenza interna ed art. 2112 cod. civ.

 

PASQUALE STAROPOLI - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Il distacco in Italia dei lavoratori stranieri

SCARICA LE SLIDE

Il distacco in Italia dei lavoratori stranieri Il d.lgs. n. 136/2016 regola il contrasto del distacco abusivo, la tutela diritti dei lavoratori, il contrasto alla concorrenza sleale, la cooperazione tra gli stati membri, il monitoraggio e la diffusione d’informazioni. Vengono esaminati l’ambito applicativo, i criteri per definire l’autenticità del distacco, le garanzie e gli obblighi del distaccante. Alcuni cenni anche alle regole per il distacco extraue (paesi convenzionati e non convenzionati).

 

LUCA CARATTI - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Welfare aziendale

SCARICA LE SLIDE

Le ultime novità sul welfare aziendale ad opera della legge di Stabilità 2017 riguardano sia la detassazione premi di produttività come previsti da L. n. 208/15, siala modifica dell’art. 51  del TUIR (tipologie di spese e modalità di erogazione per l’esenzione). - Welfare aziendale l’ebook - Welfare aziendale il corso

 

DANILO PAPA - Dir. Generale Attività ispettiva del Ministero del Lavoro

LEGGI LE RISPOSTE AI QUESITI

GUARDA IL VIDEO

 

 

GIOVANNI MARCANTONIO - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Novità della Legge Finanziaria 2017

SCARICA LE SLIDE

La Finanziaria 2017 contiene nuove regole per la detassazione del premio di risultato, un nuovo esonero contributivo per i tempi indeterminati al Sud e per assunzioni a tempo indeterminatodistudenti che hanno svolto percorsi di alternanza scuola – lavoro, variazioni alla percentuale per la Gestione Separata Inps per lavoratori autonomi con partita Iva, ma nessun esonero contributivo (nuovo o proroga del biennale) per i datori di lavoro del Nord.

 

DE FUSCO - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Anticipo pensionistico (APE)

SCARICA LE SLIDE

L’APE consiste in un prestito concesso da un soggetto finanziatore, erogato dall’INPS a quote mensili per 12 mensilità da restituire, con trattenute sulla pensione, a partire dalla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia con rate di ammortamento mensili per una durata di 20 anni. Vengono esaminati i soggetti beneficiari e i requisiti, nonché la misura dell’APE e il procedimento per avviarlo.


Nannicini: "Il Jobs Act autonomi si avvia alla chiusura"

“Il Jobs Act del lavoro autonomo finalmente si sta incanalando verso la fase conclusiva. E' un provvedimento importante che completa il Jobs act con l'allargamento e il riconoscimento di nuove tutele nella committenza per il mondo del lavoro autonomo, si superano i muri tra lavoro autonomo ordinista e non, dando alcune tutele forti nella committenza per tutto il lavoro autonomo e anche alcune tutele di carattere assistenziale e previdenziale per i non ordinisti in gestione separata". Lo afferma il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Tommaso Nannicini intervenuto al 13° Forum lavoro. "E poi parte subito dopo l'approvazione del disegno di legge -ha spiegato Nannicini- anche il percorso di alcune deleghe sul mondo del lavoro autonomo e in particolare di quello ordinista. “Penso alla delega inserita nel passaggio al Senato in cui si vuole demandare in uno spirito di sussidiarietà alcune funzioni pubbliche agli ordini professionali". Il Sottosegretario si è, poi, soffermato sulla questione Ape, specificando che la percentuale massima dell'anticipo pensionistico andrà modulata in base al numero di anni di fruizione e in modo tale da non generare un gap troppo rilevante tra l'assegno Ape e il trattamento pensionistico sul quale si deve scontare l'ammortamento del "prestito". L'ipotesi è consentire di attingere al 95% della pensione teorica con un anno di anticipo e al 90% con due anni. Questa specificazione dovrebbe essere contenuta nel decreto che darà attuazione all'Ape una volta approvata la legge di Bilancio. Nannicini ha spiegato che la possibilità di chiedere l'Ape decorrerà da maggio per consentire a tutti gli operatori coinvolti (Inps, banche e assicurazioni) di prepararsi. L'Ape costituisce uno strumento che deve rispondere alle esigenze di aziende e lavoratori. - Leggi tutto

Guarda l’intervento di Nannicini al Forum Guarda l'intervista

 

LUCA DE COMPADRI - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Mobilità nel 2017

SCARICA LE SLIDE

Abrogata l'indennità di mobilità e riordinati gli incentivi in vigore dal 2017. Con l’abrogazione dell’art. 5, comma 4, della legge 223/1991 (ex art. 2, comma 71 legge 92/2012), a decorrere dal 1° gennaio 2017, non sarà più dovuto il c.d. contributo d’ingresso alla mobilità. Rimane lo schema della procedura del licenziamento collettivo prevista dall’art. 4 legge 223/1991. A decorrere dal 1° gennaio 2017 vengono meno le agevolazioni per assunzioni a termine e a tempo indeterminato dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità.


Al Forum Lavoro il confronto Consulenti del Lavoro - Inps

Esternare le problematiche di cui la Categoria continua a soffrire nei rapporti con le sedi territoriali Inps: questo l’obiettivo del dibattito tenutosi durante il Forum Lavoro 2016 del 30 novembreche ha visto confrontarsi Vincenzo Silvestri, Vice Presidente del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro, Gabriella di Michele, Direttore Centrale Inps e Maria Gabriella Ricossa, Direttore centrale Entrate Inps. Diversi e sentiti i problemi di interlocuzione tra i Consulenti del Lavoro e le singole sedi Inps, specie per quanto riguarda il corretto funzionamento della trasmissione telematica e le mancate risposte ai cassetti previdenziali dell’Istituto.

Limiti confermati anche dalla direzione centrale Inps che evidenzia come effettivamente alcune sedi non presidiano adeguatamente il cassetto bidirezionale, comportando diversi problemi nel rapporto con i Consulenti. “Voglio approfittare di questo contesto per lanciare una proposta di un focus group  - annuncia la Direttrice Di Michele - al quale inviteremo a breve i Consulenti del Lavoro, diversi stakeholder e dirigenti dell’Istituto che si occupano della procedura e dell’organizzazione, per rivedere il rapporto che intercorre tra questi soggetti e garantire il corretto presidio del cassetto, specie in quelle che sono le questioni importanti”. Attraverso questo incontro - ha poi spiegato - riusciremo ad individuare i principali problemi di cui risentono i soggetti intermediari e a capire come risolverli al meglio. La direttrice ha poi fornito alcuni chiarimenti in merito ai tempi di pubblicazione della circolare Inps inerente la possibilità di conguagliare la cassa integrazione - della quale si attende l’uscita da diversi mesi - e in merito all’obbligo per le imprese che richiedono la cassa integrazione ordinaria per eventi metereologici di allegare il bollettino meteo. Si tratta di un’ulteriore adempimento per i Consulenti del Lavoro che hanno più volte evidenziato come la procedura di rilascio del bollettino meteo risulta costosa e complicata ed in contrasto con la normativa in materia di semplificazione.

In chiusura poi si è affrontata la questione del contributo di malattia per i lavoratori dello spettacolo, le novità inerenti la delega dei domestici che è in fase terminale di collaudo da parte dell’Inps e, infine, gli aggiornamenti per quanto riguarda la gestione del durc interna e i possibili effetti migliorativi o meno che l’Istituto si aspetta.

Guarda il video



STEFANO SASSARA - CONSIGLIERE NAZIONALE DELL'ORDINE

MASSIMILIANO FICO - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Lavoro accessorio e sicurezza nei luoghi di lavoro

SCARICA LE SLIDE
SCARICA LE SLIDE

In collaborazione con Fondazione Studi e Fondazione Universo Lavoro è stato stipulato un accordo con la società SAPRA, azienda leader del settore, per dare supporto tecnico e scientifico ai Consulenti del Lavoro che vogliano offrire ai propri clienti l’intera gamma di servizi inerenti la Sicurezza sul lavoro. Ecco tutte le possibilità offerte ai Consulenti del lavoro con le due formule: basic e professional.

 

VIDEO dell'intervento all'assemblea dei CPO del Direttore dell’Ispettorato nazionale del lavoro Paolo Pennesi

 

DARIO FIORI - ESPERTO FONDAZIONE STUDI

Rottamazione dei ruoli: modalità applicative

SCARICA LE SLIDE

Nella definizione agevolata art. 6 decreto legge 193/2016 rientrano i ruoli, affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 contenenti tributi, contributi previdenziali e assistenziali. Vengono sanate: sanzioni per omesso versamento e interessi di mora. Sono escluse: Iva su importazioni, recupero aiuti di Stato, crediti da condanna della Corte dei Conti, multe e ammende da provvedimenti e sentenze penali, sanzioni amministrative per violazioni del Codice della strada. Vengono esaminate le modalità di accesso, il pagamento rateale e gli effetti. - Circolare di Fondazione studi n.15/16


 

FABIO ZOLEA - Responsabile normativa e contenzioso Equitalia

LEGGI LE RISPOSTE AI QUESITI

GUARDA IL VIDEO

 

 

Bobba: “Conto sui CdL per rendere strutturale il sistema duale”        

"La rete così diffusa dei Consulenti del lavoro sarà essenziale perché il sistema duale abbia successo non solo con le grandi imprese che in qualche modo ce la fanno da sole, ma con la rete delle piccole, medie e micro imprese che sono l'ossatura dell'economia del nostro Paese". Così il Sottosegretario al lavoro, Luigi Bobba, che intervenendo al Forum lavoro ha affermato anche "Io conto molto sui Consulenti del Lavoro perché questa misura diventi anche per le imprese un elemento ordinario, non un’eccezione, ma qualche cosa che fa parte del loro modo di formare e inserire al lavoro dei giovani, sui quali si gioca competitività futura delle imprese e del Paese".

"Vogliamo fare diventare ordinario, strutturale, il sistema duale nell'offerta formativa del nostro Paese – ha affermato Bobba - e in questo il contributo dei Consulenti del lavoro è essenziale perché è noto a tutti che il sistema delle aziende italiane è fatto di piccole, medie e micro imprese. Più dell' 85% dell' occupazione si trova lì. E quindi quelle imprese che non sono sempre attrezzate a gestire questi cambiamenti e a diventare esse stesse imprese formative hanno bisogno di qualcuno che le accompagni e che gestisca questo cambiamento, che gli stia vicino in modo che possano effettivamente cogliere le opportunità che questo cambiamento dà".

Guarda l’intervista Rivedi l’intervento al Forum Lavoro Il videomessaggio del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Stefania Giannini

 

ANDREA SIMONCINI - Dir. Generale per le politiche attive del Ministero del Lavoro

LEGGI LE RISPOSTE AI QUESITI

E’ entrato in vigore il registro unico sull’alternanza scuola-lavoro ma non risulta obbligatoria l’iscrizione da parte delle aziende. Per molti, quindi, non è chiaro come in assenza di tale obbligo gli studenti possano raggiungere l’azienda disponibile ad ospitarli. Abbiamo chiesto spiegazioni, a questa come ad altre richieste di chiarimento, durante la 13° edizione del Forum Lavoro, ad Andrea Simoncini della Direzione Generale politiche attive e servizi per il Lavoro del Ministero del Lavoro che ha evidenziato come il registro, disponibile online sul sito http://scuolalavoro.registroimprese.it, ha lo scopo di essere un sussidio per i giovani e non un vincolo burocratico per le imprese. Per questo motivo l’iscrizione è facoltativa e gratuita. - Leggi tutto