Venerdì, 22 Luglio 2016 11:40

Alternanza scuola-lavoro: obiettivo possibile

Consulenti del Lavoro della Toscana riunti a Firenze per discutere delle politiche attive dopo il Jobs Act e delle nuove opportunità per la Categoria. L'incontro, avvenuto il 19 luglio scorso presso l'Auditorium di Sant'Apollonia, ha visto la partecipazione tra gli altri di Moreno Panchetti - Presidente del CPO di Firenze, Gloria Cappagli - Presidente della Consulta degli Ordini della Toscana, Mauro Capitanio - Presidente Fondazione Consulenti per il Lavoro e di Cristina Grieco - Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro.

Quest'ultima, in particolare, ha sollevato il tema dell'alternanza scuola-lavoro per ribadire il prezioso ruolo svolto dai Consulenti del Lavoro nel favorire l'alleanza tra questi due mondi: "Con la loro opera – ha sottolineato l'Assessore – possono essere un tramite propulsivo per proporre alle aziende le opportunità offerte da questi nuovi strumenti. In questo modo avremo realizzato un vero match tra fomazione e lavoro".

Per la Grieco l'importanza dell'alternanza scuola-lavoro sta appunto nella capacità di "coniugare al meglio l'offerta di competenze e la reale domanda di lavoro". Per questo il compito di tutti i principali operatori del mercato del lavoro deve essere quello di "agevolare il passaggio dei giovani tra scuola e impresa, riducendo così il possibile divario tra ciò che si impara sui banchi e quello che si apprende direttamente sul lavoro", ha dichiarato l'Assessore. Un obiettivo a cui si può tendere in modo concreto anche attraverso ulteriori strumenti come il sistema duale, l'apprendistato ed i tirocini.

Notizie correlate: Fondazione Lavoro, da settembre un programma di formazione sulle politiche attive - Sportello informativo, scuola lavoro, tirocinio professionale: le iniziative di Vicenza - L'alternanza scuola-lavoro e presentazione della guida aggiornata "Ci vediamo al lavoro"

0
0
0
s2smodern