Giovedì, 09 Giugno 2016 08:13

Aumentano prospettive occupazionali per avvocati e consulenti

Saranno i servizi alle imprese, a partire da oggi fino al 2025, ad offrire ai giovani il 30% di opportunità di lavoro in più. A confermarlo è lo studio realizzato da Cedefop, l' Agenzia europea per l' istruzione e la formazione professionale, riportato da Il Corriere delle Sera. Il rapporto, che ha analizzato le previsioni di occupazione in 28 paesi europei nei prossimi dieci anni, aumenteranno le prospettive occupazionali in ambito legale e della consulenza in particolare in Lussemburgo, con il 39% di posti di lavoro in più, nel Regno Unito (33%) e in Italia (32%). Si tratta di offerte d'impiego talmente qualificate che richiederanno anche ai nostri giovani un livello di preparazione molto più elevato per emergere e per poter operare. Buone prospettive d’impiego anche per chi opera nei servizi del settore pubblico: un quarto della forza lavoro europea troverà, infatti,  impiego con la pubblica amministrazione nel 2025. In particolare, avremo meno incarichi nella difesa e nelle forze armate, ma più opportunità nel campo dell' istruzione, sanità e nei servizi sociali. Bene anche il settore dei trasporti.Tra i settori che nei prossimi anni offriranno meno chance di carriera - si legge sempre nel rapporto Ue - ci sono invece l' edilizia, il manifatturiero e le utilities.

Le politiche europee di potenziamento dell' istruzione accademica, come la strategia 2020, sono state in parte vanificate dalla prolungata crisi occupazionale degli ultimi anni. La conseguenza è che il 30% dei laureati è  poi costretto ad accettare un lavoro che richiede una qualifica di livello più basso. Con un chiaro effetto domino sulle persone meno preparate.

Per saperne di più

0
0
1
s2smodern