Venerdì, 20 Maggio 2016 08:30

Torino: politiche attive e innovazione i nuovi obiettivi di categoria

Grande partecipazione alla Conferenza regionale: "Consulenti del Lavoro: la professione del futuro tra riforme e opportunità", organizzata dai Consulenti del Lavoro di Piemonte e Valle d'Aosta il 18 maggio scorso presso il Teatro Piccolo Regio di Torino. Numerosissimi i giovani presenti all'incontro dedicato all'evoluzione della categoria alla luce degli ultimi cambiamenti del mondo del lavoro, che oggi li vede sempre più protagonisti. A confermarlo è la stessa Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine, Marina Calderone, intervenuta per ricordare come i Consulenti del Lavoro rappresentino una rete eccezionale che fa da collante all’intero Paese. Il futuro dei professionisti è orientato verso un'indispensabile multidisciplinarietà, ha sottolineato la Presidente, volta a promuovere i principi della legalità nel rapporto fra datori di lavoro, lavoratori e pubblica amministrazione e a rendere i Consulenti del Lavoro attori del cambiamento.

All'apertura del convegno anche il sindaco di Torino, Piero Fassino, che ha sottolineato come le novità normative e tecnologiche apportate all'interno del mercato del lavoro impongano "una gestione nuova, moderna e sempre più aggiornata in cui i professionisti hanno un ruolo decisivo".

La Presidente dell'Ordine di Torino, Luisella Fassino, ha poi ricordato l'avvio, a febbraio scorso, del primo master in consulenza del lavoro e gestione risorse umane che, grazie alla collaborazione tra il Consiglio Provinciale dell'Ordine e il Dipartimento di giurisprudenza dell'Università torinese, permette di sviluppare un percorso di apprendistato di alta formazione per i giovani aspiranti Consulenti del Lavoro. Tra i numerosi relatori anche Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi, intervenuto sulla comunicazione di ruolo e sulle nuove competenze acquisite con il Jobs Act, e Fausto Cantore, Coordinatore della Consulta dei Consigli Provinciali del Piemonte, che ha ribadito come i Consulenti del Lavoro svolgano un ruolo fondamentale nel tentativo di far ripartire l'occupazione. Grazie alla centralità delle politiche attive nel nuovo mercato del lavoro, i professionisti ricopriranno un importante compito nella collocazione e ricollocazione dei lavoratori disoccupati. Un'opportunità professionale e un impegno che coinvolge tutta la Categoria. 

0
0
1
s2smodern