Giovedì, 14 Aprile 2016 11:12

389mila persone interessate dal part-time agevolato

Secondo i calcoli della Fondazione Studi, la platea di potenziali interessati dal decreto sul part-time agevolato, firmato il 13 aprile 2016 dal Ministro Poletti e in attesa che diventi operativo dopo la registrazione alla Corte dei Conti, è di 389mila persone (lavoratori dipendenti del settore privato con più di 60 anni) e per la grande maggioranza uomini (72%).

Per Repubblica.it la Fondazione hao simulato dei casi concreti, prendendo in esame uno stipendio annuo lordo che va dai 25mila euro ai 100mila euro a cui viene applicato un part-time al 60% e al 50%, mettendo in rilievo la quota di contributo a carico dell'azienda ed il costo per lo Stato legato al versamento dei contributi figurativi.

Il Ministro ha poi fatto delle precisazioni sulle pensioni di reversibilità, che secondo quanto previsto nel ddl sulla povertà, confermato dal Def, sarebbero a rischio taglio: "Siamo pronti a presentare un emendamento del governo alla delega povertà che chiarisca in maniera assoluta e definitiva questo tema", ossia escludere interventi sulle reversibilità, ma anche sulle integrazioni al minimo.

Leggi tutto

Rassegna stampa: Il Tirreno del 15/04

Notizie correlate: Pensionati in part-time per staffetta generazionale - Riduzione d'orario per i futuri pensionati

0
0
0
s2smodern