Mercoledì, 27 Novembre 2019 12:42

“Resto al Sud” esteso a professionisti e under 45

Professionisti e under 45 potranno accedere alla misura “Resto al Sud” finalizzata a promuovere lo sviluppo dell’imprenditoria nel Mezzogiorno. È stato infatti pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 275 del 23 novembre il decreto interministeriale 5 agosto 2019, n. 134, del Ministro del Sud di concerto con i Ministri dell’Economia e delle Finanze e dello Sviluppo Economico, contenente modifiche al regolamento 9 novembre 2017, n. 174 concernente l’incentivo di cui all’articolo 1 del d.l. n. 91/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 123/2017.

Dal prossimo 8 dicembre, data di entrata in vigore del provvedimento, potranno dunque accedere alla misura incentivante i soggetti che svolgono “attività libero-professionale”, fra cui gli iscritti ad ordini o collegi professionali. Cambiano anche i requisiti soggettivi: chi ha un’età compresa tra i 18 e i 45 anni puòpresentare domanda di ammissione alle agevolazioni purché risultigià costituito nelle forme giuridiche di impresa individuale o società, ivi incluse le società cooperative e le società tra professionisti, al momento della presentazione della domanda ecomunque successivamente alla data del 21 giugno 2017, o sicostituisca entro sessanta giorni, o entro centoventi giorni incaso di residenza all’estero, dalla data di comunicazione delpositivo esito dell’istruttoria. La costituzione in tali forme non è però obbligatoria per le attività libero-professionali svolte in forma individuale, per le quali è richiesta unicamente la partita IVA nonché, laddove prevista,l'iscrizione agli ordini professionali.   

Notizie correlate: Rdc/PdC: oltre 1 mln di domande accolte - Svimez: in fuga da un Sud sempre più lontano dal resto d'Italia - Lavoro, emergenza Sud. Come invertire la tendenza?

0
0
0
s2smodern