Mercoledì, 06 Novembre 2019 16:54

Aspettativa o distacco: adempimenti del datore di lavoro

Con il messaggio n. 3971 del 31 ottobre 2019, l’Inps riassume gli adempimenti del datore di lavoro nel caso in cui il rapporto di lavoro risulti sospeso per aspettativa o distacco sindacale del lavoratore, ovvero per aspettativa per cariche pubbliche elettive. 

La revisione organica della materia – si spiega nel provvedimento - ha reso necessaria l’introduzione dell’onere di presentazione della denuncia mensile UniEmens - pur in assenza di contribuzione - contenente l’indicazione degli elementi utili agli accrediti figurativi connessi alla funzione sindacale o pubblica/elettiva esercitata. A decorrere dalla competenza gennaio 2020 – si segnala - la comunicazione con flusso UniEmens diventerà canale esclusivo. I dati dichiarati nel flusso faciliteranno le istruttorie dei connessi accrediti figurativi e le verifiche di legittimità sul versamento della contribuzione aggiuntiva per i sindacalisti e sostituiranno le attestazioni cartacee ora prodotte all’ente previdenziale. Ne deriva che l’assenza di flussi UniEmens nel periodo di aspettativa o distacco renderà impossibile il relativo accredito figurativo a favore del lavoratore e qualificherà nel contempo illegittima l’eventuale contribuzione aggiuntiva versata dal sindacato.

Notizie correlate: Aspettativa sindacale e contribuzione aggiuntiva - Contribuzione aggiuntiva per i lavoratori in aspettativa o distacco sindacale - Al via “Inps per tutti” contro l’emarginazione sociale

0
0
0
s2smodern