Lunedì, 04 Novembre 2019 17:18

Le Novità Normative della Settimana dal 28 ottobre al 3 novembre 2019

INPGI regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla gestione separata
Con Comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 255 del 30 ottobre 2019,  il Ministero del Lavoro  data notizia dell’approvazione  della delibera n. 8 del 16 aprile 2019 adottata dall’INPGI. Tale delibera concerne modifiche al regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla gestione separata, le quali entreranno in vigore il 1° gennaio 2020. - Link


INPS

Prestazioni economiche per invalidità civile: precisazioni per la difesa in giudizio e per la liquidazione della prestazione
L’INPS, con il messaggio n. 3883 del 25 ottobre 2019, puntualizzache il requisito di proponibilità della domanda giudiziale di accertamento delle condizioni sanitarie per ottenere l’indennità di accompagnamento deve considerarsi soddisfatto dalla semplice presentazione della domanda di invalidità civile con allegata la certificazione medica che attesti la natura delle infermità invalidanti. - Link


Pagamento delle prestazioni all’estero: accertamento dell’esistenza in vita per gli anni 2019/2020
L’INPS, con il messaggio n. 3884 del 25 ottobre 2019, pubblica le modalità di accertamento dell’esistenza in vita dei beneficiari, per gli anni 2019/2020, in riferimento al servizio relativo al pagamento delle prestazioni pensionistiche all’estero. - Link


Modifica del periodo di validità dell’ISEE corrente e ampliamento delle fattispecie in cui può essere richiesto
L’INPS, con il messaggio n. 3835 del 23 ottobre 2019, informa delle novità introdotte dal decreto Crescita (Decreto Legge 30 aprile 2019, n. 34) che ha esteso il periodo di validità dell’ISEE corrente ampliando le fattispecie in cui può essere richiesto. Inoltre, specifica che l’articolo 28-bis del decreto Crescita ha stabilito che i due requisiti per richiedere l’ISEE corrente, vale a dire una variazione della situazione lavorativa ovvero una variazione, superiore al 25%, dell’indicatore della situazione reddituale, diventano tra loro alternativi e non più cumulativi. Inoltre, il periodo di validità dell’ISEE corrente viene esteso da due a sei mesi, che decorrono dalla data di presentazione del modello sostitutivo. La nuova disciplina dell’ ISEE corrente si applica agli ISEE presentati dal 23 ottobre 2019. - Link

 

INPGI

Regime previdenziale peri giornalisti titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa
L'INPGI, con circolare n. 7 del 31 ottobre 2019,a seguito delprocesso di revisione del regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla Gestione separata, che si è completato con l’adozione della delibera n. 8/2019, informa della variazione delle aliquote contributive applicabili alla contribuzione e  l'introduzione di un trattamento di disoccupazione a favore dei collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, non pensionati e privi di partita IVA, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. - Link


Regime assicurativo contro gli infortuni per i giornalisti titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa
L'INPGI, con circolare n. 7 del 31 ottobre 2019,  sentita la Direzione Centrale Rischi dell’INAIL, appositamente consultata e considerando la sostitutività del regime assicurativo INPGI, ha confermato l’esclusione del personale giornalistico, ancorché titolare di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, dall’obbligo assicurativo antinfortunistico nei confronti dell’INAIL. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Istituzione del codice tributo per il versamento, tramite il modello F24 Accise, degli interessi attivi maturati sulle somme riscosse dal concessionario, devolute all’erario
Con la risoluzione n. 90 del 28 ottobre 2019, l’Agenzia delle entrate, istituisce il codice tributo 5469,  per permettere il versamento, mediante il modello F24 Accise, degli interessi attivi maturati sulle somme riscosse dal concessionario, devolute all’erario decorsi tre anni dalla data dell’ultima movimentazione del conto di gioco. - Link


Deducibilità ai fini IRAP di oneri correlati a strumenti finanziari rilevanti in materia di adeguatezza patrimoniale.
Con la risoluzione n. 91 del 29 ottobre 2019, l’Agenzia delle entrate ha affermato che dal punto di vista contabile, gli strumenti finanziari di tipo Additional Tier 1 sono rappresentati, nel bilancio redatto secondo i principi Ias/Ifrs come strumenti di equity e le relative remunerazioni come componenti del patrimonio netto. In particolare, tali strumenti finanziari alimentano la voce “130-strumenti di capitale” del passivo di stato patrimoniale e le cedole corrisposte sono conseguentemente rilevate per cassa, una volta che ne sia stato deliberato il pagamento, in contropartita del patrimonio netto in luogo dell’iscrizione nel conto economico. Ne consegue, conclude l’Agenzia, sulla base di tale ragionamento, che le remunerazioni degli strumenti finanziari di tipo Additional Tier 1 non assumono rilevanza nella determinazione del valore della produzione netta rilevante ai fini Irap, in quanto le remunerazioni in esame sono assimilate dallo Ias 32 alla stregua di dividendi. - Link


Consultazione fatture elettroniche Prorogato il termine per aderire
Con provvedimento del 30 ottobre 2019 l'Agenzia delle Entrate ha ampliato il periodo transitorio per aderire al servizio dell’Agenzia “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”. Il precedente termine, che andava dal 1° luglio 2019 al 31 ottobre 2019, va ora dal 1° luglio 2019 al 20 dicembre 2019. - Link


Modalità di versamento dei tributi in relazione ai servizi ipotecari
Con Provvedimento 28 ottobre 2019, n. 734564  l'Agenzia delle entrate  ha stabilito che a decorrere dal 1° gennaio 2020 il pagamento dell’imposta ipotecaria, delle tasse ipotecarie, dell’imposta di bollo e delle sanzioni, in relazione ai servizi di aggiornamento dei registri immobiliari e al rilascio di certificati e copie deve essere effettuato esclusivamente utilizzando il modello "F24 versamenti con elementi identificativi" (F24 ELIDE). - Link


Adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti titolari di partita IVA che hanno omesso di presentare la “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA”
L’Agenzia delle Entrate, con il  provvedimento 29 ottobre 2019, n. 736758, ha determinato le modalità con le quali mette a disposizione del contribuente e della Guardia di Finanza, anche mediante l’utilizzo di strumenti informatici, le informazioni derivanti dal confronto tra le fatture elettroniche emesse dal contribuente o le comunicazioni delle operazioni transfrontaliere inviate dal contribuente stesso e le comunicazioni liquidazioni periodiche IVA. - Link


Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi validi ai fini della lotteria
Con il provvedimento del 31 ottobre 2019 l'Agenzia delle entrate definisce le modalità tecniche affinché i registratori telematici e la procedura web, a disposizione nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia  siano in grado, dal 1° gennaio 2020, di inviare i dati memorizzati delle singole operazioni commerciali, necessari alla partecipazione alla lotteria degli scontrini  quando il cliente manifesta la volontà di concorrervi, comunicando il proprio codice lotteria all’esercente. Quest’ultimo è un codice identificativo univoco che il consumatore finale genererà sul “portale della lotteria”. - Link



AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

Risposta n. 433 del 28 ottobre 2019 - tassazione reddito da lavoro dipendente soggetto frontaliere
La Convenzione Italia-Francia per evitare la doppia imposizione prevede che i redditi di lavoro dipendente di persone abitanti nella zona di frontiera di uno degli Stati, e che lavorano nella zona di frontiera dell'altro Stato, sono imponibili solo nello Stato in cui dette persone risiedono. - Link


Risposta n. 434 del 28 ottobre 2019 - Detrazione per le spese sostenute per la frequenza di corsi di istruzione universitaria
Rientrano tra le spese che scontano la detrazione dell’imposta lorda, pari al 19% delle spese stesse, i costi sostenuti dallo studente, non decaduto o rinunciatario, che a seguito di un periodo di interruzione degli studi intenda riattivare la propria carriera accademica. - Link


Risposta n. 436 del 28 ottobre 2019 Chiarimenti sulla fatturazione nei confronti della pubblica amministrazione
In tema di fatturazione nei confronti della PA, data l'esigibilità dell'IVA al momento del pagamento, non trova applicazione il principio di cartolarità dell'imposta - secondo cui se il cedente o prestatore indica nella fattura i corrispettivi delle operazioni o le imposte relative in misura superiore a quella reale, l'imposta è dovuta per l'intero ammontare indicato o corrispondente alle indicazioni della fattura. Il responsabile del pagamento dell'imposta, in applicazione della scissione dei pagamenti, deve versare l'IVA dovuta per gli importi effettivamente pagati e non per quelli indicati in fattura. - Link


Risposta n. 438 del 28 ottobre 2019 - chiusura procedura concorsuale - termine per l'emissione della nota di variazione
La nota di variazione è subordinata alla condizione di infruttuosità della procedura concorsuale, evento che, in assenza di un piano di riparto finale, si realizza alla scadenza del termine per opporre reclamo al fallimento. Se i termini per proporre reclamo sono scaduti, si devono ritenere scaduti anche quelli per l’emissione del documento di variazione e, di conseguenza, il soggetto che vanta un credito nei confronti della società fallita non può presentare il documento correttivo. - Link

 

Risposta n. 440 del 29 ottobre 2019 - Spese sostenute per l'acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici in favore dei minori o di maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell'apprendimento
Le spese sostenute per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici devono essere documentate da fattura o scontrino fiscale, nel quale indicare il codice fiscale del soggetto affetto da Dsa e la natura del prodotto acquistato o utilizzato; nel caso di acquisto precedente all’emanazione del provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 6 aprile 2018 i dati mancanti possono essere annotati dal contribuente sul documento di spesa. - Link


Risposta n. 442 del del 29 ottobre 2019 -  Trasferimenti immobiliari nell'ambito di vendite giudiziarie
Per i trasferimenti (acquisto all'asta) stipulati entro il 30 giugno 2017in caso di inottemperanza dell'obbligo di trasferimento entro cinque anni dalla stipula perché il contribuente si trova nella condizione di non poter o voler rispettare l'impegno assunto, analogamente a quanto previsto in materia di "prima casa", può, in pendenza del termine previsto per procedere all'alienazione, rivolgere apposita istanza all'ufficio dell'Agenzia delle entrate, secondo le procedure previste dalle risoluzioni 102/E e 115/E del 2012, al fine di ottenere la riliquidazione dell'imposta in misura ordinaria e dei relativi interessi”. - Link

 

Risposta n. 443 del  del 29 ottobre 2019  -  Trasferimenti immobiliari nell'ambito di vendite giudiziarie
La  pattuizione con la quale si verifica la "retrocessione" del bene donato nuovamente in capo all'originario donante configura un nuovo contratto di donazione, l'eventuale risoluzione per mutuo consenso dell'atto di donazione posto in essere dall'istante non comporta la perdita dell'agevolazione "prima casa" fruita per l'acquisto dell'immobile. L'agevolazione 'prima casa' fruita sul secondo acquisto non può essere, infatti,revocata dall'Ufficio in quanto al momento della stipula dell'atto di compravendita non vi erano cause ostative. - Link

 

Risposta n. 444 del  29 ottobre 2019 -  Trasferimento nuda proprietà per obbligo di riconoscenza
Si applica l'ordinario regime fiscale dell'imposta sulle donazioni e delle imposte ipotecarie e catastali all’atto, qualificabile come donazione remuneratoria, con cui il marito intende trasferire la nuda proprietà della casa coniugale alla moglie "in adempimento di un dovere morale e di un obbligo di riconoscenza”. - Link


Risposta n. 445 del 29 ottobre 2019-  attività di cura e affidamento di esemplari in affidamento
L’associazione no profit, regolarmente iscritta al registro regionale o provinciale del volontariato, non è tenuta ad aprire la partita Iva e a emettere fattura elettronica per l’attività svolta nel 2018 e nel 2019, in convenzione con un ministero, per la cura e il mantenimento di animali in affidamento, ricevendo esclusivamente rimborsi per le spese sostenute a tal fine. - Link


Risposta n. 446  del  29 ottobre 2019 -  Trattamento IRES e IVA applicabile all'attività di "Bar Didattico"
Un istituto di istruzione superiore che sperimenta un “Bar didattico” all’interno dei propri locali per consentire agli studenti di mettere in pratica le competenze professionali alberghiere acquisite dopo il biennio non svolge un attività rilevante nè agli effetti dell’Iva né in termini reddituali. - Link


Risposta n. 449  del  30 ottobre 2019 -  liquidazione IVA di gruppo - versamento rateizzato dell'IVA periodica omessa - effetti sul credito annuale
Il credito maturato a seguito dei versamenti di un debito d’imposta derivante dal mancato versamento dell’Iva periodica e rateizzato, non può essere recuperato nella liquidazione successiva, ma nella dichiarazione annuale e nella misura in cui vengono eseguiti i pagamenti, anche se a distanza di anni. - Link

 

Risposta n. 452 del  30 ottobre 2019 - società sportiva dilettantistica - compenso agli amministratori
Le associazioni e le società sportive dilettantistiche senza fini di lucro potranno scegliere se conservare le agevolazioni fiscali loro riservate dalla vigente disciplina oppure se fruire dei benefici fiscali previsti dal Codice del Terzo settore. Ma solo quando le norme dal Codice saranno operative, che troveranno applicazione a decorrere dal periodo d'imposta successivo all'autorizzazione delle Commissione europea - prevista per talune disposizioni fiscali del medesimo Codice - e, comunque, non prima del periodo d'imposta successivo di operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore. - Link


Risposta n. 454 del 31 ottobre 2019 - termine di richiesta ed emissione delle fatture
Il termine entro cui le fatture possono essere richieste coincide con quello previsto per l’esercizio del diritto alla detrazione Iva  che sorge nel momento in cui l'imposta diviene esigibile ed è esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all'anno in cui il diritto alla detrazione è sorto. - Link

 

Risposta n. 455 del 31 ottobre 2019 - procedure concorsuali - operazioni ad esigibilità differita effettuate dall'imprenditore in bonis - recupero dell'IVA versata dal curatore
Il curatore fallimentare non può recuperare, tramite richiesta di rimborso o dichiarazione integrativa, l’Iva indebitamente versata, relativa a crediti riscossi nel corso della procedura concorsuale, ma riferibili a operazioni effettuate nel periodo precedente al fallimento a esigibilità differita. - Link

 

Risposta n. 457 del 31 ottobre 2019 - Obbligo di presentazione della dichiarazione di successione del curatore di eredità giacente e conseguente trascrizione e voltura degli immobili costituenti l'attivo ereditario
Devono essere inseriti nella dichiarazione di successione gli immobili pignorati ma ancora di proprietà del defunto al momento del decesso. Per gli stessi beni costituenti l’attivo ereditario devono essere richieste trascrizione e voltura e pagate le relative imposte, anche se aggiudicati in data anteriore all’apertura della procedura di eredità. - Link


Risposta n. 458 del 31 ottobre 2019 - Contratto di compravendita - Consegna differita dell'immobile - tassazione
In tema di compravendita, la consegna dell’immobile entro e non oltre quindici giorni dalla stipula del rogito di vendita, non è inquadrabile nello schema negoziale contratto di comodato e pertanto l’imposta di registro non è dovuta. - Link

0
0
0
s2smodern