Giovedì, 24 Ottobre 2019 13:49

Start-up innovative: revisione delle agevolazioni

Pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 17 ottobre 2019, il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 30 agosto 2019 - Smart&Start Italia, recante il riordino degli interventi di sostegno alla nascita e allo sviluppo di start-up innovative in tutto il territorio nazionale. Il decreto apporta modifiche e integrazioni al decreto 24 settembre 2014, ai sensi dell’articolo 29, commi 3 e 4, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 (Decreto Crescita) al fine di semplificare le procedure di accesso, di concessione e di erogazione delle agevolazioni.

Tra le novità più significative, l’innalzamento del limite massimo di finanziamento concesso, che passa dal 70% all’80% delle spese ritenute ammissibili. Per le start-up innovative localizzate nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia il finanziamento agevolato è restituito dall’impresa beneficiaria in misura parziale, per un ammontare pari al 70% rispetto al precedente 80% dell’importo del finanziamento agevolato concesso.

Ammessi alle agevolazioni anche i piani d’impresa ad alto contenuto tecnologico e innovativo; mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things; o finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata. Il decreto si sofferma inoltre sulle spese ammissibili e non, ricordando che i piani di impresa devono prevedere spese, al netto dell’IVA, di importo non superiore a euro 1.500.000,00 e non inferiore a euro 100.000,00.

Notizie correlate: Incentivi per investimenti in start-up e PMI innovative - MISE: voucher per manager dell'innovazione - Oltre 2mila le startup innovative costituite online 

0
0
0
s2smodern