Stampa questa pagina
Giovedì, 17 Ottobre 2019 11:23

Via libera a ddl Bilancio e decreto fiscale

Via libera al disegno di legge di bilancio e al decreto fiscale. Il 16 ottobre il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente e del Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha approvato il disegno di legge recante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e il bilancio pluriennale per il triennio 2020 – 2022, insieme al decreto legge che introduce disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili. I due provvedimenti – si segnala in un comunicato stampa pubblicato sul sito governo.it - compongono la manovra finanziaria e trovano la loro traduzione sul piano contabile nel Documento programmatico di bilancio per il 2020, che viene quindi trasmesso alla Commissione europea.

Fra i punti principali dei provvedimenti - si spiega nel comunicato di Palazzo Chigi -, si segnala la cancellazione della clausola IVA 2020 e l’avvio della riduzione del cuneo fiscale e di riforma complessiva del regime Irpef per tutti i lavoratori dipendenti. Per quanto riguarda la lotta all’evasione fiscale, si prevedono fra l’altro un inasprimento delle pene per i grandi evasori e interventi di contrasto all’illecita somministrazione di manodopera e all’aggiramento della normativa contrattuale in tema di appalti da parte di cooperative o imprese fittizie. Arriva poi il “piano cashless”, con l’obiettivo di aumentare i pagamenti elettronici attraverso l’introduzione di bonus e premi per chi utilizza carte di credito o bancomat. Sul fronte del welfare, vengono stanziate ulteriori risorse per la famiglia e le persone con disabilità, si confermano l’APE Social e opzione donna. A completare il quadro, l’annuncio di investimenti per il Mezzogiorno, l’ambiente, l’innovazione e, in particolare, per il programma “Industria 4.0”, il Fondo centrale per le piccole e medie imprese, il super e l’iper ammortamento per beni tecnologici, software ed economia circolare, la legge Sabatini, il credito di imposta per la “Formazione 4.0”. Prorogate anche le detrazioni per la riqualificazione energetica e le ristrutturazioni edilizie, mentre saranno ampliati gli stanziamenti per il rinnovo 2019-2021 dei contratti pubblici.

Notizie correlate: No al Daspo. Soddisfatti i Consulenti del Lavoro - Incontro tra la Presidente Calderone e il Ministro Patuanelli - Governo approva la NaDef - Vincere la sfida dell’occupazione: le proposte dei CdL

0
0
0
s2smodern