Lunedì, 05 Agosto 2019 14:47

Manovra: flat tax o salario minimo?

Nell'ultimo appuntamento con la rassegna stampa del lavoro, prima della pausa estiva, vengono annunciati i principali fronti “caldi” su cui la maggioranza è chiamata ad esprimersi e di cui si fa una sintesi sul Corriere della Sera a pag. 6. Dalla questione TAV all'autonomia fino agli interventi da inserire nella prossima manovra finanziaria, tra i quali la riduzione dell'IVA, l'introduzione della flat tax e il taglio al cuneo fiscale con il salario minimo. Misure sulle quali il Consiglio nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro ha già espresso il suo giudizio nel corso delle audizioni parlamentari e dell'incontro con il Vicepremier Matteo Salvini lo scorso 15 luglio.

Su La Stampa, a pag. 18, si annunciano le novità per i "riders". Mercoledì dovrebbe arrivare in CdM il testo di un decreto che introduce nuove tutele nel mondo del lavoro e, in particolare, per i fattorini della Gig economy, ai quali saranno riconosciuti uno stipendio con paga oraria e a cottimo e maggiori tutele. A pag. 15 di Italia Oggi Sette, invece, si riepilogano gli obblighi a carico dei datori di lavoro, individuati dal Garante per la privacy, in linea con il Gdpr. Vengono, quindi, elencate le regole per l'utilizzo da parte dei datori di lavoro e dei loro intermediari, come i Consulenti del Lavoro, dei dati sensibili dei lavoratori dipendenti. Per concludere, uno sguardo alle pagine dedicate alle professioni de Il Sole 24 Ore. A pag. 9, in particolare, si affronta il tema della gestione dello studio professionale e della possibilità di ammodernarlo ottenendo vantaggi fiscali. La normativa di riferimento è l'articolo 54 del Tuir, secondo cui sono deducibili le spese sostenute nell’esercizio dell’attività ed effettivamente pagate nel periodo di imposta.

Guarda il video

Notizie correlate: Calderone: necessari investimenti e riduzione del cuneo fiscale - Ridurre il costo del lavoro: missione impossibile?

0
0
0
s2smodern