Martedì, 30 Luglio 2019 14:26

INPS: modifiche all'utility "Consultazione Importi ANF"

L’Inps, con messaggio n. 2815 del 24 luglio 2019, informa che sono state apportate alcune modifiche alla nuova Utility “Consultazione Importi ANF”, rivolta alle aziende, attive del settore privato non agricolo, intermediari e rappresentanti legali, disponibile all’interno del Cassetto previdenziale aziende sul portale dell'Istituto.

L'implementazione - si legge nel messaggio - consente una più efficace e agevole presentazione e gestione delle domande, nonché per la compilazione dei flussi Uniemens. La nuova versione dell’Utility “Consultazione Importi ANF” prevede:
- per la “Ricerca puntuale”, l’estensione del periodo di ricerca da 6 mesi a 12 mesi;
- per la “Ricerca massiva”, la possibilità di selezione multipla delle matricole aziendali;
- per la “Ricerca massiva”, l’indicazione della data di inizio e fine periodo di validità dell’ANF, riportata anche nel file xml;
- per la “Ricerca massiva” di una stessa matricola, l’inibizione della ricerca se questa è stata effettuata nei 5 giorni antecedenti;
- per la “Ricerca massiva” la possibilità di richiedere un periodo specifico DAL AL di presentazione delle domande dei lavoratori;
- possibilità di salvare in formato CSV l’elenco di lavoratori, importi e periodo di validità dell’ANF;
- notifica per e-mail dell’esito (con file xml, in caso di contatto PEC) di elaborazioni massive terminate e richieste tramite procedura web;
- notifiche push via e-mail relative a modifiche a file xml già richiesti (da realizzare).

L'Inps ricorda che l'utility preleva gli esiti delle domande dei lavoratori che risultano dipendenti della matricola aziendale in base all’ultimo Uniemens a disposizione dell’Inps. Pertanto potrebbe accadere che un lavoratore assunto nel periodo di tempo intercorrente tra l’invio di un flusso Uniemens e l’altro, non risulti ancora associato alla nuova matricola. In questo caso, per reperire gli importi ANF da pagare e conguagliare, è necessario effettuare la “Ricerca Puntuale”, indicando il numero di protocollo della domanda fatta all’INPS dal lavoratore. Per concludere, l'Inps avverte che per venire incontro alle richieste di aziende e intermediari, le modalità di esposizione nei flussi Uniemens non cambiano fino alla denuncia contributiva di competenza del mese 09/2019.

Notizie correlate: CdL abilitati alla trasmissione ANF - ANF: rivalutazione 2019-2020 - INPS: ANF e assegno di maternità 2019

0
0
1
s2smodern