Martedì, 23 Luglio 2019 12:05

Le Novità Normative della Settimana dal 15 al 21 luglio 2019

INPS

Incentivo Occupazione Sviluppo Sud

Con la circolare n. 102 del 16 luglio 2019, l’INPS  fornisce le indicazioni operative  relative all’attuazione del decreto direttoriale dell’ANPA n. 178 del 19 aprile 2019 con cui s’incentiva l’assunzione a tempo indeterminato di giovani e disoccupati al Sud nelle regioni: Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Dal 12 luglio, gli sgravi spettano anche alle imprese che abbiano assunto dal 1° gennaio 2019. - Link

 

Incentivo per l’assunzione di beneficiari del Reddito di cittadinanza

Con circolare del 19 luglio 2019, n. 104, l’Inps fornisce i chiarimenti necessarie per l’applicazione dell’incentivo per l’assunzione di beneficiari del reddito di cittadinanza e delle relative condizioni di fruizione. - Link

 

Proroga per il 2019 del trattamento di mobilità in deroga, aree di crisi industriale complessa

L’INPS, con il messaggio n. 2768 del 18 luglio 2019, ricorda la proroga nel 2019 degli ammortizzatori sociali in deroga, per le aree di crisi industriale complessa. Tali disposizioni si applicano anche ai lavoratori che hanno cessato o cessano la mobilità ordinaria o in deroga entro il 31 dicembre 2019, nel limite di spesa di 16 milioni di euro per l’anno 2019 e di 10 milioni di euro per l’anno 2020. - Link

 

Sgravio contributivo in favore delle imprese che hanno stipulato contratti di solidarietà  accompagnati da CIGS

L’INPS, con il  messaggio n. 2732 del 17 luglio 2019, dirama le istruzioni per la  fruizione dello sgravio contributivo connesso ai contratti di solidarietà - CdS difensivi accompagnati da CIGS, in favore delle imprese destinatarie dei decreti di ammissione alle riduzioni contributive in argomento, i cui periodo di solidarietà si siano conclusi entro il 31 dicembre 2018. - Link

 

 

INAIL

Nuove Tariffe dei Premi. Classificazione delle lavorazioni – Faq

L’Inail, con nota n. 10661 del 12 luglio 2019, risponde alle domande pervenute  sulla nuova classificazione tariffaria. - Link

 

 

ANPAL

Esteso l’Incentivo Occupazione Sviluppo Sud alle assunzioni dei primi quattro mesi del 2019

Con Decreto direttoriale n. 311 del 12 luglio 2019 dell’Anpal le agevolazioni dell’incentivo Occupazione Sviluppo Sud si estendono alle assunzioni fatte nei primi quattro mesi del 2019.

Il decreto  consente l’applicazione delle agevolazioni alle assunzioni effettuate nel periodo tra il 1 gennaio 2019 e il 30 aprile 2019 fino ad ora escluse anche per ragioni di contenimento della spesa. L'incentivo opera solo nelle regioni «meno sviluppate» (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e in quelle «in transizione» (Abruzzo, Molise e Sardegna), territori in cui deve essere ubicata la sede di lavoro presso la quale è fatta l'assunzione. L'incentivo si rivolge ai datori di lavoro privati che assumano disoccupati tra i 16 e i 34 anni d'età ovvero con più di 34 anni se privi d'impiego retribuito da sei mesi. I neoassunti, inoltre, non devono aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il datore di lavoro che li assume. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Soppressione dei codici tributo “6746” e “6765”

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 68 del 19 luglio 2019, procede alla soppressione dei codici tributo  6746  e “6765”istituiti per consentire la fruizione del credito d’imposta riconosciuto alla imprese produttrici di prodotti editoriali che hanno effettuato investimenti negli anni precedenti. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 233 del 15 luglio 2019 – Piani individuali a lungo termine

Come per le polizze che investono in Oicr Pir Compliant, anche nella polizza unit linked è possibile includere strumenti finanziari derivati nel caso in cui il contratto sia collegato esclusivamente a fondi interni “PirCompliant” della società di assicurazione e con finalità, modalità e vincoli di gestione riconducibili agli Oicr. - Link

 

Risposta n. 235 del 15 luglio 2019 – regime fiscale Sicaf

Gli introiti derivanti dall’attività di consulenza in materia finanziaria svolta da una società d’investimento a capitale fisso  non possono essere soggetti a Ires nei confronti della società ma saranno assoggettati a tassazione in capo ai partecipanti al momento della loro distribuzione e sui redditi di capitale dovuti alla partecipazione alla società si applica la ritenuta prevista dall’articolo 26-quinquies del Dpr 600/1973. - Link

 

Risposta n. 236 del 15 luglio 2019 - Ritenuta sui proventi derivanti da FIA esteri

La fiduciaria che custodisce e amministra quote di un Fondo d’investimento alternativo , di diritto inglese, per conto di un contribuente residente, è tenuta ad applicare la ritenuta del 20% sui proventi derivanti da tale Fondo  anche se gestito “senza autorizzazione”. - Link

 

Risposta n. 237 del 15 luglio 2019  -trattamentoIVA servizi di formazione professionalerese gratuitamente

Le prestazioni didattico-formative rese da una cooperativa sociale nei confronti di minori, su incarico della Regione, si considerano operazioni fuori dal campo di applicazione dell’Iva  per carenza del presupposto oggettivo. - Link

 

Risposta n. 239  del 15 luglio 2019  - Obblighi di monitoraggio fiscale relativi adun ente non commerciale residente a Campione d’Italia

Solamente le persone fisiche, abitanti nell’enclave svizzera di Campione d’Italia, sono esentate dall’obbligo di compilazione del quadro RW contenuto nella dichiarazione dei redditi, quindi l’ente non commerciale è tenuto alla sua compilazione ma è escluso, proprio perché ente non commerciale, dall’applicazione dell’imposta sulle attività finanziarie all’estero. - Link

 

Risposta n. 240 del 15 luglio 2019 - del Trattamento IVA delle prestazioni socio-sanitarie rese dalle cooperative sociali

Sconta l’Iva al 5% e non può optare per la non imponibilità prevista per le Onlus la società cooperativa che svolge attività di convitto e alloggio nei confronti, principalmente, di minori stranieri non accompagnati, affidati temporaneamente al Comune nel cui territorio sono stati ritrovati. - Link

 

Risposta n. 241 del 15 luglio 2019 del Trattamento IVA delle prestazioni socio-sanitarie rese dalle cooperative sociali

Possono fruire nuovamente dei benefici “prima casa” i coniugi che vogliono vendere l’abitazione acquistata con le medesime agevolazioni e comprare una nuova casa, per la quota del 50 per cento ciascuno, entro 12 mesi dalla cessione dell’immobile, mantenendo la proprietà del solo garage da destinare a pertinenza. - Link

 

Risposta n. 243 del 16 luglio 2019 - maggiore imposta Iva per la mensa

Il versamento del maggior importo dell’Iva erroneamente addebitata costituisce un indebito oggettivo in base all’articolo 2033 cc che, se riconosciuto dall’Amministrazione finanziaria, può dar luogo alla ripetizione delle somme indebitamente versate, oppure, in alternativa, al loro utilizzo in compensazione secondo quanto previsto dagli articoli 1241 e seguenti cc. - Link

 

Risposta n. 245 del 16 luglio 2019 - Acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici –Lavasciuga

Può usufruire della detrazione Irpef pari al 50% della spesa sostenuta la persona fisica che acquista una lavasciuga biancheria di classe energetica “A” destinata a un immobile oggetto di interventi di ristrutturazione. Lo sconto d’imposta spetta anche se la lavasciuga non compare espressamente nell’elenco, meramente esemplificativo e non esaustivo, degli elettrodomestici. - Link

 

Risposta n. 246 del 16 luglio 2019 -  Pensionato privato trasferitosi all’estero –Recupero imposte versate in Italia

La vigente convenzione contro la doppia imposizione con la Spagna  prevede la detassazione delle pensioni corrisposte agli ex lavoratori dipendenti privati nel Paese di erogazione e la tassazione in quello di residenza. Per il rimborso va presentata istanza al Centro operativo di Pescara entro 48 mesi dalla data del versamento dell’imposta. - Link

 

Risposta n. 248 del 16 luglio 2019 -  contributi previdenziali versati dal titolare dell’impresa familiare in favore dei propri coadiuvanti e coadiutori.

Non sono deducibili dal reddito complessivo del collaboratore familiare dell'impresa agricola i contributi Inps versati dal titolare dell’impresa e rimborsati dal contribuente istante. - Link

 

Risposta n. 247 e 249 del 16 luglio 2019 -  Cessione credito imposta –Eco bonus e sisma bonus

In caso di interventi di riqualificazione energetica “qualificata” e di miglioramento della stabilità sismica degli edifici, la possibilità di cedere il credito corrispondente alle relative detrazioni è preclusa quando il cedente e il cessionario coincidono o il loro rapporto non ha nulla a che vedere con i lavori. - Link - Link

 

Risposta n. 250 del 16 luglio 2019 - Fruizione dell’Art-bonus per erogazioni liberali

Le elargizioni di denaro effettuate a favore del museo appartenente a una Fondazione privata che promuove e diffonde la cultura e l’arte non possono fruire dell’art-bonus. In mancanza del requisito dell’appartenenza pubblica le erogazioni liberali destinate a sostenere le attività della Fondazione istante non sono ammesse al beneficio fiscale. - Link

Risposta n. 253 del 17 luglio 2019 -  imposta di bollo start up

Non può essere estesa anche alla vidimazione e alla bollatura dei libri contabili l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo di cui usufruiscono le start-up innovative e gli incubatori certificati per l’iscrizione nella sezione speciale del Registro delle imprese istituita presso le camere di commercio. - Link

 

Risposta n. 255  del 17 luglio 2019 - Trattamento IRES/IPEF apporti soci di fondazione commerciale

Nel momento dell’adesione a una fondazione di partecipazione tra l’Università e altri soci per la formazione manageriale post laurea e post experience da parte dei soci partecipanti e sostenitori è previsto il versamento di un contributo in denaro corrisposto una tantum che diventa elemento costitutivo del patrimonio dell’ente, come tale incompatibile con il concetto di liberalità; sconta quindi la tassazione ai fini Ires/Irpef. - Link

 

Risposta n. 257 del 17 luglio 2019 – Esenzione dall’imposta di donazione per gli attidi donazione, contestuali, di quote  societarie

È applicabile l’agevolazione prevista in caso di donazione dal momento che le contestuali cessioni, da parte dei genitori, sono collegate funzionalmente, in quanto finalizzate a realizzare una complessiva finalità economica e a garantire il passaggio generazionale dell’impresa ai discendenti conservandone l’unitarietà e la funzionalità Se si effettua una contestuale e congiunta donazione di diritti di usufrutto e quote di partecipazione di proprietà, grazie alle quali i “donatari” acquisiscono il controllo della società. - Link

 

Risposta n. 261del 17 luglio 2019 - Pratiche catastali regime di esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo

Nessun versamento per tributi speciali e imposta di bollo per la documentazione riguardante l’aggiornamento del catasto terreni, l’aggiornamento del catasto fabbricati con tipo di mappale, tipo di frazionamento, pratica docfa, volture e altri incartamenti simili da parte dell’ente territoriale che agisce sui propri immobili. - Link

 

Risposta n. 262 del 17 luglio 2019 - del  Fruizione dell’Art-bonus per erogazioni liberali

Usufruiscono dell’art-bonus i contributi diretti alla fondazione per il restauro della villa storica concessa in uso dal Comune e sede del museo gestito dalla fondazione stessa e contenente una collezione non di proprietà pubblica. Niente agevolazione, invece, per le erogazioni liberali dirette esclusivamente all’ente. - Link

 

Risposta n. 265 del 18 luglio 2019 -  agevolazioni per recupero del patrimonio edilizio e per “bonus mobili”in caso di demolizione e ricostruzione dell’immobile con volumetria inferiore rispetto a quella preesistente 

Nell’ipotesi in cui il contribuente, per opera di ristrutturazione edilizia realizzata mediante demolizione e successiva ricostruzione, abbia prodotto un edificio con volumetria inferiore rispetto all’immobile preesistente, potrà beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla norma. - Link

 

Risposta n. 267 del 18 luglio 2019 -  Contributi previdenziali del de cuius

I contributi pagati dagli eredi di un amministratore di società di servizi e di assistenza in materia societaria e fiscale non si possono portare in deduzione, quando sono versati a seguito di un avviso di accertamento e non sono indirizzati a ottenere il conseguimento del trattamento pensionistico a favore dei discendenti del de cuius. - Link

 

Risposta n. 268 del 18 luglio 2019 -  Soggetti che possono accedere, previa opzione,al regime della cedolare seccasu canoni di affitto di immobili commerciali

I titolari comproprietari di immobili, persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di impresa o arti e professioni, che nel 2007 hanno stipulato un contratto di locazione risolto nel 2018, possono accedere al regime della cedolare secca sugli affitti per un nuovo contratto di locazione stipulato nel 2019 con una nuova società. - Link

 

Risposta n. 272 del 18 luglio 2019 -  Regime speciale per lavoratori impatriati

I contribuenti che vogliono accedere al beneficio previsto per i lavoratori impatriati devono essere in possesso di un titolo di laurea e aver svolto continuativamente un’attività di lavoro o di studio fuori dall’Italia negli ultimi ventiquattro mesi o più. - Link

 

Risposta n. 274 del 18 luglio 2019 Cessione gratuita di beni a fini di solidarietà sociale

In caso di trasferimento gratuito a favore di una onlus di un bene non previsto dalla normativa al momento in vigore, non sarà riconosciuto il regime fiscale per finalità di solidarietà sociale senza scopo di lucro o limitazione degli sprechi. Il bene, in ogni caso, è annoverato tra le liberalità in natura e deducibile dal reddito complessivo del soggetto erogatore, nel limite del 10%, purché sia utilizzato per scopi istituzionali. - Link

 

Risposta n. 278 del 19 luglio 2019 - Detrazione contributi INPS –Addetti all’assistenza personale

Sono deducibili dal reddito i contributi Inps versati alla collaboratrice domestica dal contribuente, in qualità di datore di lavoro, tramite Mav utilizzando un conto corrente di terzi e non riconosciuti dal Caf in sede di compilazione del Modello 730. Per farlo, basta presentare una dichiarazione integrativa “a favore”. - Link

 

Risposta n. 281 del 19 luglio 2019 - trattamento fiscale applicabile al reddito di lavoro subordinato prodotto in Italia alle dipendenze della Provincia Autonome di Bolzano da un lavoratore frontaliero fiscalmente residente in Austria

È assoggettato a tassazione esclusiva in Italia, il reddito di una contribuente, nata in Austria e qui residente, che lavora in Italia come insegnante di chitarra presso una scuola di musica nella Provincia Autonoma di Bolzano. - Link

 

Risposta n. 282 del 19 luglio 2019  -  Fruizione dell’agevolazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici in relazione ad un immobile acquisito per successione ereditaria

Se l’immobile pervenuto in eredità, già oggetto dell’intervento agevolato, risulta concesso in locazione anche solo per un breve periodo dell’anno, l’erede non può usufruire della quota di detrazione per l’annualità di riferimento. - Link

 

Risposta n. 283 del 19 luglio 2019 - Regime impatriati e nuovo regime forfetario –Cumulabilità

Il contribuente che intenda rientrare in Italia per svolgere un’attività di lavoro autonomo beneficiando del regime forfetario non potrà avvalersi del regime previsto per i lavoratori cd. “impatriati”, in quanto i redditi prodotti in regime forfetario non partecipano alla formazione del reddito complessivo. - Link

 

Risposta n. 284 del 19 luglio 2019 - del Trattamento fiscale applicabile ai contributi facoltativi versati ad un ente previdenziale lussemburghese da parte di un contribuente fiscalmente residente in Italia

I contributi volontari versati all’ente previdenziale lussemburghese CNAP (Casse Nationale d’Assurance Pension) fino alla maturazione del diritto alla pensione, dal soggetto italiano che ha esercitato un’attività di lavoro dipendente in Lussemburgo dal 1989 al 2002 non possono essere dedotti dal proprio reddito complessivo della contribuente, secondo quanto previsto dall’articolo 10, comma 1, lettera e) del Tuir. - Link

 

Risposta n. 285 del 19 luglio 2019 - spese mediche rimborsate dal datore di lavoro

Le somme rimborsate al lavoratore per le spese mediche sostenute in anni precedenti all’erogazione del contributo costituiscono reddito di lavoro dipendente e, di conseguenza, devono essere sottoposte a ritenuta d’acconto dell’Irpef, con obbligo di rivalsa. - Link

 

Risposta n. 286 del 19 luglio 2019 -  Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dalla LPP svizzera ad un soggetto fiscalmente residente in Italia

Le somme, che saranno percepite da un ente pensionistico svizzero di natura privata e quindi sono tassabili in Italia sulla base dell’articolo 18 della Convenzione tra Italia e Svizzera per evitare le doppie imposizioni, non concorrono alla formazione del reddito imponibile, poiché, se riscosse in Italia, sono assoggettate a  ritenuta alla fonte del 5% a titolo d’imposta. - Link

 

ISTAT

TFR – Coefficiente di rivalutazione

L’Istat ha comunicato l’indice relativo al mesedi giugno 2019 che è pari a102,7 %. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di giugno 2019 è di 1,190744 %. - Link

0
0
0
s2smodern