Lunedì, 01 Luglio 2019 16:45

Le Novità Normative della Settimana dal 24 al 30 giugno 2019

Modalità di utilizzo della Carta Reddito di Cittadinanza.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 26 giugno 2019, il Decreto 19 aprile 2019 con le modalità di utilizzo della Carta Reddito di Cittadinanza.

Il Decreto stabilisce che, fermo restando il possesso dei requisiti con riferimento al godimento di beni durevoli, attraverso la Carta Rdc possono essere soddisfatte, oltre alle esigenze previste per la Carta acquisti, tutte le altre esigenze dei beneficiari medesimi, ad eccezione di quelle legate all’acquisto dei seguenti beni e servizi:

a) giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità;
b) acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonche’ servizi portuali;
c) armi;
d) materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
e) servizi finanziari e creditizi;
f) servizi di trasferimento di denaro;
g) servizi assicurativi;
h) articoli di gioielleria;
i) articoli di pellicceria;
l) acquisti presso gallerie d’arte e affini;
m) acquisti in club privati.

Inoltre è fatto divieto di utilizzo della Carta Rdc all’estero e per gli acquisti on-line o mediante servizi di direct-marketing. - Link

 

Interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell'assenteismo

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 145 del 22 giugno 2019 la legge n. 56 del 19 giugno 2019, Il c.d. Decreto concretezza, che reca nuove disposizioni riguardanti il lavoro alle dipendenze degli enti della Pubblica Amministrazione.

Il provvedimento contiene norme sul controllo delle presenze deidipendenti pubblici, introducendo  impronte digitali o la verifica dell'iride per accertare gli ingressi al lavoro. Per ora viene stabilito solo il principio, rinviando la realizzazione vera e propria del meccanismo a un successivo decreto. Dalla novità sono escluse le forze dell'ordine, la magistratura, i prefetti ed anche gli insegnanti, ma non i presidi

Inoltre sono previste nuovemodalità di svolgimento dei concorsi per l’assegnazione di nuovi posti di lavoro nell’ambito della pubblica amministrazione:i concorsi saranno più facili e immediati grazie ai test a risposta multipla sia per le prove pre-selettive, sia per gli scritti. La correzione potrà essere automatizzata e potranno essere create sottocommissioni quando si oltrepassano i 250 candidati. - Link

 

INPS

 

Enti pubblici e lavoratori dello spettacolo

L’INPS, con la circolare n. 98 del 28 giugno 2019, fornisce un riepilogo degli obblighi contributivi derivanti dai rapporti di lavoro instaurati da enti pubblici con soggetti appartenenti alle categorie professionali da iscrivere ai fini IVS al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo. - Link

 

Corresponsione per l’anno 2019 della quattordicesima

L’INPS, con il messaggio n. messaggio n. 2403 del 27 giugno 2019,  informa che la quattordicesima mensilità di pensione verrà attribuita d’ufficio, senza presentazione di alcuna domanda, in presenza di tutti gli elementi necessari per la verifica reddituale di ammissione al beneficio. - Link

 

Prestazioni economiche di malattia, di maternità/paternità e di tubercolosi per i compartecipanti familiari e piccoli coloni

L’INPS, con la circolare n. 96 del 27 giugno 2019, rende noti gli importi giornalieri sulla cui base dovranno essere determinate, per l’anno in corso, le prestazioni economiche di malattia, di maternità/paternità e di tubercolosi (ad eccezione delle ipotesi in cui, sulla base della normativa vigente, le prestazioni debbano essere erogate in misura fissa) per i piccoli coloni e compartecipanti familiari. - Link

 

Acquisizione d’ufficio da parte dell’INPS dei dati della Denuncia Aziendale contenuti nel fascicolo AGEA

L’INPS, con il messaggio n. 2384 del 26 giugno 2019, comunica che, a seguito dell’entrata  del decreto semplificazioni i dati della Denuncia Aziendale (DA) possono essere acquisiti d’ufficio dall’INPS dal fascicolo aziendale istituito nell’ambito dell’anagrafe delle aziende agricole, gestito dal Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN). Pertanto i datori di lavoro agricolo non sono più obbligati alla compilazione dei quadri “F” e “G” della Denuncia Aziendale, mentre resta immutato l’obbligo di compilazione di tutti gli altri quadri del modello di DA. - Link

 

INAIL

 

Eventi sismici verificatisi nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio,Marche eUmbria e in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. Nuovo termine per la ripresa dei pagamenti dei premi assicurativi sospesi

L’Inail, con la circolare n. 18 del 25 giugno 2019,  comunica il differimento al 15 ottobre dellla ripresa dei pagamenti dei premi assicurativi sospesi alle aziende la cui sede è in uno dei Comuni che hanno subìto gli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. - Link

 

DIPARTIMENTO FUNZIONE PUBBLICA
 

Chiarimenti e linee guida in materia di collocamento obbligatorio delle categorie protette

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha emanato, in data 24 giugno 2019, la Direttiva n. 1con i chiarimenti e le linee guida in materia di collocamento obbligatorio delle categorie protette nella Pubblica Amministrazione. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

 

Mancata presentazione della dichiarazione IVA

Con il provvedimento del 25 giugno 2019 l’Agenzia delle entrate individua le modalità con le quali sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza, anche mediante l’utilizzo di strumenti informatici, le informazioni relative alla presenza di fatture emesse, che segnalano la possibile mancata presentazione della dichiarazione Iva per il periodo d’imposta 2018 o la presentazione della stessa con la compilazione del solo quadro VA.
L’Agenzia fornisce ai contribuenti gli elementi e le informazioni utili al fine di presentare la dichiarazione Iva entro 90 giorni dalla scadenza del termine ordinario di presentazione o di porre rimedio agli eventuali errori od omissioni commessi nelle dichiarazioni presentate mediante l’istituto del ravvedimento operoso. - Link

 

Comunicazioni per la promozione dell’adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti cui si applicano gli studi di settore

Con provvedimento del 27 giugno 2019 l’Agenzia delle entrate individua le anomalie nei dati degli studi di settore, per il triennio di imposta 2015-2016-2017, che saranno comunicate ai soggetti interessati mediante pubblicazione nel proprio “Cassetto Fiscale”, consultabile sul sito dell’Agenzia. Nel caso in cui un contribuente risulti interessato da più tipologie, sarà elaborata una sola comunicazione. - Link
 

Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi

L’Agenzia delle entrate, con la circolare n. 15 del 29 giugno 2019, chiarisce che dal 1° luglio i soggetti Iva con volume d’affari superiore a 400mila euro che effettuano operazioni di "commercio al minuto e attività assimilate", per le quali non è obbligatoria l'emissione della fattura, se non a richiesta del cliente, dovranno rilasciare al consumatore finale, al posto dello scontrino o della ricevuta fiscale, un documento con valenza solo commerciale e che i dati in esso indicati dovranno essere memorizzati e trasmessi telematicamente alle Entrate. - Link

 

Applicazione del regime transitorio alle delibere di utili di fonte estera

Con la risoluzione n. 61 del 26 giugno 2019, l’Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti sul corretto trattamento fiscale delle delibere di utili di fonte esterna, affermando che alla distribuzione dei proventi prodotti dalla società o ente partecipato fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2017, si applicano le disposizioni del regime transitorio. - Link

 

Deleghe agli intermediari per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica

Con la risoluzione n. 62 del 26 giugno 2019, L’Agenzia delle entrate  definisce le funzionalità e le modalità di adesione ai servizi di delega per quanto riguarda la fatturazione elettronica.

Si ricorda che l’Agenzia delle entrate ha modificato i termini per effettuare l’adesione: la funzionalità per aderire al servizio è resa disponibile a decorrere dal 1° luglio 2019 e fino al 31 ottobre 2019, al fine di consentire agli intermediari delegati al servizio prima del 21 dicembre 2018 di acquisire nuovamente la delega. - Link

 

Approvazione del modello e delle istruzioni per il rilascio del Certificato unico debiti tributari

Con provvedimento del 27 giugno 2019, l’Agenzia delle entrate approva i modelli e le istruzioni per la richiesta e il rilascio del certificato unico dei debiti tributari, così come previsto dal Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. - Link

 

Misure attuative in materia di vendita o qualsiasi altra forma di collocamento di titoli di accesso a spettacoli

L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 27 giugno 2019, definisce le modalità tecniche attuative per la vendita e qualsiasi altra forma di collocamento di titoli di accesso ad attività di spettacolo attraverso reti di comunicazione elettronica, il cambio degli intestatari dei ticket e la rimessa in vendita di titoli di accesso nominativi. Sono delineate anche le modifiche ai sistemi delle biglietterie automatizzate idonei alla vendita di titoli di accesso in manifestazioni di spettacolo e intrattenimento. - Link

 

Modifica ai fogli avvertenze della cartella di pagamento

L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 28 giugno 2019, modificai fogli avvertenze della cartella di pagamento. Le modifiche ai fogli interessano le avvertenze dei ruoli emessi dall’Agenzia per adeguarne il contenuto informativo alle nuove modalità di impugnazione. - Link

 

Trasformazione di una associazione riconosciuta in fondazione

L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 63 del 28 giugno 2019 afferma che va pagata l’imposta di registro in misura fissa e regime di neutralità fiscale per la trasformazione dell’associazione-ente commerciale senza fini di lucro in una fondazione con le stesse caratteristiche. - Link

 

Indici sintetici di affidabilità fiscale –Proroga dei versamenti

L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 64 del 28 giugno 2019  chiarisce che  la proroga al 30 settembre 2019 dei termini dei versamenti per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Isa, si riferisce a tutti i contribuenti che, contestualmente, esercitano, in forma di impresa o di lavoro autonomo, tali attività prescindendo dal fatto che gli stessi applichino o meno gli Isa.
Interessati dalla proroga risultano, pertanto, anche i contribuenti che, per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2018 applicano il regime forfetario, il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

 

Risposta n. 203 del 25/06/2019   - Chiarimenti in materia di residenza fiscale.

Deve considerarsi fiscalmente residente in Italia, il cittadino che ha lavorato e, quindi, trascorso parte del 2017 in Italia e parte in Danimarca se l’iscrizione all’Aire, pur essendo stata presentata entro il 180° giorno dell’anno, per motivi burocratici si è perfezionata successivamente, con la conseguenza che è rimasto residente in Italia per la maggior parte del periodo d’imposta. - Link

 

Risposta n. 206 del 25/06/2019 -   Restituzione somme al soggetto erogatore

In base alla normativa di riferimento, l’ente al quale è riconosciuto l’ammontare già erogato a dipendenti ricorrenti riconoscerà l'onere deducibile fino alla capienza del reddito di lavoro dipendente e l’imponibile sarà calcolato al netto della somma restituita dal lavoratore. - Link

 

Risposta n. 207 del 25/06/2019 - Regime agevolativo docenti/ricercatori rimpatriati

Anche senza cancellazione dall’Anpr, ammesso ai benefici Irpef e Irap il ricercatore che, dopo aver lavorato all’estero cinque anni torna in Italia come docente universitario. La mancata iscrizione all’Aire, non è di per sé sufficiente ad escluderlo dall’agevolazione fiscale. - Link

 

Risposta n. 208 del 26/06/2019 iscrizione al REA

Nessuna nota di variazione per le fatture spedite al Sistema di interscambio e regolarmente contabilizzate prive del tag di iscrizione al Registro repertorio delle notizie economiche e amministrative (Rea)

Si tratta di un elemento richiesto tassativamente da una disposizione civilistica (articolo 2250 cc) che non determina inadempimenti sanzionabili ai fini della disciplina Iva.

 

Risposta n. 209 del 26/06/2019 - memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi–calcolo del volume d’affari.

La decorrenza dell’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi è subordinata al volume d’affari realizzato nel periodo d’imposta precedente.
per volume d’affari si intende quello complessivo del soggetto passivo d’imposta e non quello relativo a una o più tra le varie attività svolte dallo stesso. - Link

 

Risposta n. 210 del 27/06/2019  agevolazioni per riqualificazione energetica degli edifici e per interventi di recupero del patrimonio edilizio in caso di demolizione e ricostruzione dell’immobile

Nell’ipotesi di ristrutturazione edilizia, realizzata mediante demolizione e successiva ricostruzione, che abbia come risultato un edificio con sagoma diversa e volumetria inferiore rispetto all’immobile preesistente, il contribuente potrà beneficiare della detrazione delle spese sostenute per la riqualificazione energetica, a condizione che siano pienamente rispettati i limiti di efficienza e trasmittanza energetica stabiliti dalla normativa di riferimento. - Link

 

Risposta n. 213 del 27/06/2019 - Spese di rifacimento del tetto condominiale e cessione del credito

Il contribuente che ha eseguito dei lavori di rifacimento del tetto a copertura dell’edificio, nonché della mansarda di sua proprietà ha diritto a fruire della detrazione per il totale delle spese sostenute, anche eccedenti rispetto a quelle a lui imputabili in base ai millesimi di proprietà, comunque entro il limite massimo di 60mila euro. - Link

 

Risposta n. 216 del 28/06/2019 -  periodo minimo di residenza all’estero senza iscrizione all’AIRE

Al contribuente trasferitosi all’estero da oltre cinque anni senza, però, essersi iscritto subito all’Aire, quindi, senza aver raggiunto il quinquennio minimo di residenza oltre confine previsto dalla norma che ha introdotto lo speciale regime impositivo previsto dall’art 16 del D:lgs 147/2015  spettano i benefici fiscali fissati nel richiamato articolo, nel testo vigente al 31 dicembre 2018, purché abbia avuto la residenza nell’altro Stato ai sensi di una convenzione contro le doppie imposizioni sui redditi. - Link

 

Risposta n. 217 del 28/06/2019 -  Periodo minimo di residenza all’estero

Per beneficiare del bonus rimpatriati, la cittadina “con laurea” iscritta all’Aire dal 8 gennaio 2019 maturerà il requisito della residenza minima di due anni all’estero, rientrando in Italia dopo il 2 luglio 2020. - Link

 

Risposta n. 220 del 28/06/2019 -  regimi agevolativi per persone fisiche che trasferiscono la residenza fiscale in Italia

Per fruire del regime agevolativo è necessario che il contribuente prima di rientrare in Italia, abbia svolto tale qualificata attività di docenza o ricerca all’estero per un periodo minimo e ininterrotto di almeno due anni accademici consecutivi - anche se non necessariamente nel biennio immediatamente precedente il rientro - e che, successivamente, venga a svolgere la detta attività in Italia trasferendovi la residenza. - Link

0
0
1
s2smodern