Giovedì, 13 Giugno 2019 17:12

E-fattura, Giorgini: necessario rinvio al 2020

Estendere fino al termine del 2019 la moratoria per le sanzioni per l'invio tardivo dei corrispettivi per la fatturazione elettronica. È la richiesta che il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro presenterà al Ministero dell'Economia e delle Finanze in vista della concentrazione di adempimenti delle prossime settimane, tra cui anche quello riguardante la compilazione dei nuovi Isa. Dopo i primi sei mesi di moratoria, dal 1° luglio 2019 la fatturazione elettronica entrerà in vigore a pieno regime e cambieranno anche le sanzioni previste nel caso di tardiva emissione. «Siamo tutti un po’ in affanno per la trasmissione dei corrispettivi telematici, su cui chiederemo un rinvio - evidenzia su Il Sole 24 Ore Sergio Giorgini, Vicepresidente del Consiglio Nazionale - sarebbe necessario spostare il debutto per tutti al 1° gennaio, perché in un momento in cui tutte le novità sono arrivate a valanga gli studi sono in difficoltà. Anche sugli Isa - aggiunge - si è accumulato molto ritardo e chiederemo che l’applicazione per quest’anno sia facoltativa».

Leggi tutto

Notizie correlate: Fattura semplificata: nuove specifiche tecniche - E-fattura: dal 31.05 nuovo servizio per operatori IVA - Regime forfetario: i chiarimenti dell’Agenzia Entrate

0
0
0
s2smodern