Martedì, 07 Maggio 2019 17:00

Le Novità Normative della Settimana dal 29 aprile 2019 al 5 maggio 2019

Pubblicato il Decreto Crescita - Link

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 100 del 30 aprile 2019, il Decreto Legge n. 34 del 30 aprile 2019,  concernente le “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”.

Diverse le novità previste dal provvedimento: dalla rottamazione delle imposte locali e bollo auto alla riduzione dell’Ires. Le tematiche affrontate:

  • Misure fiscali per la crescita economica,

  • Misure per il rilancio degli investimenti privati,

  • Tutela del Made in Italy,

  • Ulteriori misure per la crescita

 

INPS

Presentazione delle domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti

L’INPS, con il messaggio n. 1660 del 29 aprile 20198, ha fornito le istruzioni per la presentazione, entro il 1° maggio 2019, delle domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti, con riferimento ai soggetti che perfezionano i prescritti requisiti nell’anno 2020. - Link

 

Gestione Artigiani e Commercianti. Imposizione contributiva,emissione in corso anno d’imposta 2019

L’INPS, con il messaggio n. 1655 del 29 aprile 2019, comunica che è stata ultimata una nuova elaborazione dell’imposizione contributiva per tutti i soggetti iscritti alla gestione in oggetto per l’anno 2019 e per eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva. - Link

 

Flusso DMAG/Unico:“Secondo Trimestre 2019”

Con il messaggio n. 1653 del 29 aprile 2019, l’INPS rende noto che sono state apportate alcune modifiche alcuni campi della dichiarazione trimestrale DMAG/Unico, a decorrere dalla dichiarazione di manodopera relativa al secondo trimestre 2019. Non sono più richiesti i dati relativi alla retribuzione teorica in assenza di retribuzione  ordinaria e, pertanto, nella compilazione del DMAG, il tipo di retribuzione “0” (zero) non dovrà più essere utilizzato. Relativamente ai DMAG degli operai a tempo indeterminato (OTI), dovrà essere dichiarata la retribuzione teorica mensile (RTM),in luogo della retribuzione teorica giornaliera (RTG). - Link

 

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Consultazione fatture elettroniche

Con provvedimento n. 1072514 del 29 aprile l’Agenzia delle entrate ha realizzato , all’interno del portale Fatture e Corrispettivi,  un apposito servizio che consentirà agli operatori IVA e ai loro intermediari delegati di consultare e acquisire tramite download i file delle singole fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici.  A partire dal 31 maggio Il nuovo servizio sarà accessibile previa adesione, da effettuarsi, entro il 2 settembre 2019, mediante apposita funzionalità resa disponibile nell’area riservata del sito web istituzionale. In caso di adesione, i dati oggetto del trattamento sono tutti i dati presenti nella fattura; se, invece, non si effettua l’adesione, i dati oggetto del trattamento sono solo quelli fiscalmente rilevanti. Gli operatori IVA possono effettuare l’adesione al servizio anche attraverso gli intermediari appositamente delegati. - Link

 

Approvazione del modello di denuncia dell’imposta sulle assicurazioni

Con provvedimento del 29 aprile 2019 l’Agenzia delle entrate sono stati approvati modello, istruzionie specifiche tecniche, che le compagnie di assicurazione dovranno utilizzare per presentare la denuncia dell’imposta dovuta sui premi e accessori incassati nell’esercizio annuale precedente. - Link

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

 

Risposta n. 131 del 29/04/2019 rettifica della detrazione IVA per spese incrementative del valore di beni ammortizzabili

In base alla disciplina europea e nazionale, con riguardo alle spese di migliorie per interventi di manutenzione straordinaria effettuati su immobili di terzi, in caso di retrocessione dell’usufrutto, è corretta la rettifica della detrazione dell’Iva. Si tratta, infatti, di spese che vanno considerate relative a beni ammortizzabili. - Link

Risposta n. 132 del 30/04/2019-  numerazione fatture

In caso di acquisti da agricoltori che operano in regime di esonero Iva, il cessionario, nell’emettere le autofatture elettroniche, può decidere di numerarle secondo il meccanismo che più si adatta alla sua organizzazione aziendale, con l’unico limite dell’univocità, per evitare duplicazioni od ostacolo all’attività di controllo, e ferma restando la necessità di assicurare il rispetto di un’ordinata contabilità. - Link

Risposta n. 133 del 30/04/2019 - Cause ostative all’applicazione del regime cd. forfetario

Il contribuente in possesso del prescritto requisito reddituale può applicare il regime forfetario nel 2019 anche se titolare di una quota di partecipazione - che ne consente il controllo diretto - al capitale di una Srl, di cui è anche amministratore. Lo stesso decadrà dal regime forfetario nel 2020, sempre che non rimuova la causa ostativa

Nella fattispecie in esame, in effetti, ricorrono entrambe le condizioni: sussistono sia il controllo diretto della Srl sia la riconducibilità delle attività economiche esercitate, dal momento che la persona fisica che usufruisce del regime forfetario percepisce compensi di amministratore, tassabili con imposta sostitutiva, dalla società, la quale, a sua volta, deduce dalla propria base imponibile i correlativi componenti negativi di reddito. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  -   CONSULENZA GIURIDICA
 

Risposta n. 15 del 30/04/19- Prestazioni professionali dei medici veterinari

Vale anche per i medici veterinari il divieto di fatturazione elettronica tramite Sistema di interscambio per documentare le prestazioni professionali i cui dati devono essere trasmessi al Sistema tessera sanitaria, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata. Come per gli altri operatori sanitari, niente documentazione elettronica tramite Sistema di interscambio se i dati vanno trasmessi ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata. - Link

0
0
1
s2smodern