Lunedì, 29 Aprile 2019 15:43

Le Novità Normative della Settimana dal 22 aprile al 28 aprile 2019

MINISTERO DEL LAVORO

Aggiornamento per l'anno 2019 dell'indennità spettante ai lavoratori autonomi volontari del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico

Il Ministero del Lavoro  ha pubblicato il Decreto Ministeriale 42 del 17 aprile 2019 riguardante la determinazione della indennità spettante ai lavoratori autonomi volontari del Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico per l’anno 2019. - Link

 

ANPAL

Incentivo Occupazione Sviluppo Sud

Con Decreto dell’Anpal del 19 aprile 2019, n. 178, è stato istituto l’"Incentivo Occupazione Sviluppo Sud" per i datori di lavoro privati che assumano, nel periodo compreso tra il 1° maggio 2019 al 31 dicembre 2019: lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 34 anni di età; lavoratori con 35 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, ai sensi del DM del 17 ottobre 2017. Il beneficio è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.060 euro su base annua, per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Interventi di risparmio energetico: omesso invio all’Enea

L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 46 del 18 aprile 2019 ha affermato che   la trasmissione all’Enea dei dati e delle notizie concernenti gli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico, seppure obbligatoria per il contribuente, non fa venir meno, se non effettuata, il diritto al bonus, dal momento che non è prevista alcuna sanzione nel caso non si provveda all’adempimento.- Link
 

Modalità di cessione del credito per la riqualificazione energetica

Con il provvedimento del 18 aprile 2019 l’Agenzia delle entrate definisce le regole per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per le spese, sostenute negli anni 2018 e 2019, relative a interventi di riqualificazione energetica effettuati su singole unità immobiliare.
Per le spese del 2018, il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione tramite F24, da trasmettere solo attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, a decorrere dal prossimo 5 agosto. - Link


Successioni e registrazione dei contratti di locazione

Con provvedimento del 18 aprile 2019, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito  l’inserimento degli Istituti di patronato e di assistenza sociale nel novero dei soggetti incaricati della trasmissione telematica limitatamente alle attività di trasmissione delle dichiarazioni di successione.
Gli stessi Istituti sono ammessi anche allo svolgimento del servizio di registrazione telematica dei contratti di locazione e del versamento delle relative imposte. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 112   del 19 aprile 2019 - Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione

Per la definizione agevolata di un’infedeltà dichiarativa collegata all’esposizione di un credito superiore a quello effettivamente spettante e per le eventuali “segnalazioni” contenute nel processo verbale di constatazione oggetto di regolarizzazione, l’Agenzia delle entrate, fornendo il proprio parere , ribadisce quanto già precisato nella circolare 7/2019, con la quale sono stati forniti i primi chiarimenti sulla definizione dei Pvc.
L’esposizione in dichiarazione di un credito superiore a quello spettante può essere sanata mediante la sua rideterminazione per il periodo d’imposta oggetto di regolarizzazione. - Link


Risposta n. 113   del 19 aprile 2019  - Operazioni oggettivamente inesistenti

Gli atti di irrogazione delle sanzioni previste dall’articolo 8, comma 2, Dl 16/2012, che non possono considerarsi correlate a maggiori imposte accertate, non sono assorbiti dalla definizione agevolata degli avvisi di accertamento, ma vanno sanati in via autonoma, con il pagamento del 40% del valore della controversia.
Le sanzioni per la deduzione di costi e spese sostenuti in relazione a beni o servizi non effettivamente scambiati o prestati non sono “collegate ai tributi cui si riferiscono”. - Link
 

Risposte a interpello dal n. 114 a n. 127  del 23 aprile 2019 -  regime forfetario

L’Agenzia delle Entrate fornisce dei chiarimenti  in merito alle cause ostative del regime fiscale "forfetario", facendo riferimento alla recente circolare n./E. Dalla partecipazione in società di persone, associazioni e imprese familiari, alle ipotesi di controllo diretto / indiretto di Srl con attività economiche riconducibili a quella del soggetto forfetario, nonché la commistione tra datore di lavoro e committente, il dato comune è la possibilità di fruire del regime agevolato per il 2019 anche in presenza di cause ostative, e permanervi rimuovendo le stesse entro la fine del 2019.
In particolare a prescindere dalla riconducibilità delle attività effettivamente svolte ai codici Ateco dichiarati , se il contribuente non effettua cessioni o prestazioni alla Srl controllata, non scatta la causa ostativa , con conseguente permanenza nel regime forfetario. Link


Risposta n. 128 e 129 del 23 aprile 2019 -  Definizione avviso Iva indetraibile

Nel caso di definizione agevolata della controversia avente a oggetto un avviso di accertamento per il recupero dell’Iva indetraibile in capo al cessionario, il cedente può presentare domanda di rimborso entro il termine di due anni dalla data di restituzione al cessionario dell’importo pagato a titolo di rivalsa.
È possibile recuperare una somma pari all’importo restituito al cessionario che non può comunque essere superiore a quanto da questi effettivamente pagato per la regolarizzazione. - Link


Risposta n. 130 del 24 aprile 2019 – fatturazione elettronica

Se, in relazione a operazioni di esportazione, si sceglie di emettere fattura elettronica, non si deve emettere prima fattura cartacea e, una volta ottenuto il codice della bolla doganale, modificarla e poi inviarla tramite Sdi. la prova dell’esportazione, infatti, è fornita dal Dae, documento informatico di accompagnamento all’esportazione. - Link
 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Credito d’imposta  Por Campania Fesr 2014-2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con il Decreto direttoriale 19 aprile 2019, ha definito la procedura di selezione, ammissione e rendicontazione dei progetti di investimento attuati nelle zone assistite della Campania dalle piccole e medie imprese (Pmi) beneficiarie del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.
Stabiliti criteri di priorità, adempimenti e termini per l’utilizzo delle risorse; le imprese beneficiarie devono inviare la documentazione entro e non oltre il 31 dicembre 2023. - Link

 

0
0
0
s2smodern