Venerdì, 19 Aprile 2019 10:51

Navigator: al via selezione pubblica

Aperte le candidature per diventare navigator. All’indomani dell’accordo Stato-Regioni, il 18 aprile l’Anpal ha annunciato la pubblicazione dell’avviso di selezione dei 3 mila laureati che dovranno fornire assistenza tecnica ai centri per l’impiego nell’attuazione delle norme sul reddito di cittadinanza. C’è tempo fino alle 12:00 dell’8 maggio per candidarsi sul sito http://selezionenavigator.anpalservizi.it  muniti di PIN Inps, SPID o CNS. Sul portale può essere consultato anche l’avviso pubblico e il regolamento. Una prima scrematura dei candidati in possesso dei requisiti di ammissibilità avverrà in base al miglior voto di laurea e, in caso di parità, verrà scelto il più giovane. Si terrà poi la prova di selezione: un test con 100 domande a risposta multipla su materie che vanno dalla cultura generale alla regolamentazione del mercato del lavoro. Ai vincitori verrà proposto un contratto di collaborazione coordinata e continuativa fino al 30 aprile 2021 con retribuzione pari a 27.388,76 euro lordi, a cui si sommeranno 300 euro lordi a titolo di rimborso spese per vitto, alloggio o spese varie.

“Entro fine giugno saranno firmati i contratti” annuncia il Presidente dell’Anpal, Domenico Parisi, in un’intervista su Il Sole 24 Ore del 18 aprile. “Il bando scade l'8 maggio, la settimana successiva prevediamo di pubblicare la graduatoria di ammissione, poi effettueremo il test” spiega. Cosa faranno i navigator? Saranno formati per definire il piano personalizzato di riqualificazione del disoccupato, alle dipendenze formali dell’Anpal ma in pieno raccordo con i CPI e a disposizione delle esigenze delle regioni. In parallelo, l’Anpal punta a dotarsi di “una struttura informatica a livello nazionale - segnala Parisi -, interoperabile con quelle regionali per raccogliere le vacancy delle imprese e incrociare domanda e offerta di lavoro. Il modello è Amazon che ha codificato le attività umane, trasformandole in dati, algoritmi e servizi". L'ambizione è di “mettere a disposizione queste nuove politiche attive a tutta la platea di disoccupati, guardando anche oltre al Rdc” spiega Parisi.

Notizie correlate: Consulenti del lavoro pronti a vincere la sfida del Rdc - Reddito e pensione di cittadinanza, online i nuovi moduli - Reddito e Quota 100: il “decretone” è legge

0
0
1
s2smodern