Mercoledì, 17 Aprile 2019 17:01

Salario minimo, possibile realtà in Italia

Il salario minimo potrebbe diventare realtà anche in Italia. Sono due i disegni di legge presentati al Senato per introdurre una paga minima oraria che spetterebbe a tutti i lavoratori subordinati e parasubordinati per ogni ora lavorata: l’A.S. 310/2018 a firma del PD, e l’A.S. 658/2018 a firma del M5S. Un tema molto sentito nel nostro Paese specie in alcuni settori e per specifiche tipologie di lavoratori. Ad illustrare e commentare le due proposte di legge in un articolo per L'Economia-Corriere.it del 16 aprile è il Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca, che reputa positiva, in linea di principio, l’intenzione di dare concreta attuazione all’art. 36 della Costituzione garantendo una retribuzione alla quantità e qualità del lavoro svolto, e capace di assicurare un’esistenza dignitosa al lavoratore e alla sua famiglia. “L’individuazione di un salario orario minimo però - obietta De Luca - dovrebbe tener maggiormente in conto il parametro qualitativo della retribuzione e dunque essere diversificato per professionalità e produttività del lavoro”.

Notizie correlate: Il salario minimo non può prescindere dalla riforma dei sindacati - Salario orario minimo da differenziare per contratto - Lavoro autonomo penalizzato senza equo compenso

0
0
1
s2smodern