Lunedì, 15 Aprile 2019 16:48

Le Novità Normative della Settimana dall'8 al 14 aprile 2019

Decreto Flussi 2019 - Link

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 84 del 9 aprile 2019, è stato pubblicato  il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2019 concernente la “Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l’anno 2019”

Il decreto prevede l’ingresso in Italia per motivi di lavoro subordinato stagionale e non stagionale e di lavoro autonomo una quota complessiva di 30.850 cittadini non comunitari

Le presentazione delle istanze di assunzione potrà avvenire: 

  • dalle ore 9:00 del 16 aprile 2019, solo per le istanze di lavoratori non stagionali e per le conversioni di permessi; 
  • dalle ore 9:00 del 24 aprile 2019, solo per le istanze di lavoratori stagionali.

 


INPS

 

Attestazioni fiscali per il pagamento degli oneri da riscatto,ricongiunzione o rendita

L’INPS, con il messaggio n. 1490 dell’11 aprile 2019, informa che le attestazioni fiscali dei versamenti effettuati nel 2018 per gli oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita, sono visualizzabili e stampabili nel portale dei pagamenti del sito, accedendo con codice fiscale e numero di pratica oppure con PIN.

Le attestazioni fiscali relative ai pagamenti effettuati dagli iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e al Fondo Pensioni Sportivi Professionisti (FPSP) ex ENPALS, che non dovessero essere disponibili, potranno essere richieste utilizzando la casella di posta elettronica polospecialisticopals.roma@inps.it - Link

 

Codice malattia in Uniemens

L’INPS, con il messaggio n. 1475 del 10 aprile 2019,  comunica che l’avvio dell’operatività delle nuove modalità di compilazione del flusso UniEmens, mediante la valorizzazione del nuovo elemento “TipoRetrMal” nella sezione “DenunciaIndividuale”, è rinviato ai periodi di competenza del mese di maggio 2019. - Link

 

Trasformazione del contratto di apprendistato di primo livello in contratto di apprendistato professionalizzante

L’INPS, con il messaggio n. 1478 del 10 aprile 2019, pubblica alcune precisazioni in merito al regime contributivo applicabile in caso di trasformazione del contratto di apprendistato di primo livello in contratto di apprendistato professionalizzante. - Link

 

Nuova modalità di presentazione della domanda di Assegno per il Nucleo Familiare - precisazioni

L’INPS, con il messaggio n. 1430 del 5 aprile 2019, precisa che oltre che attraverso il servizio WEB, la domanda per il riconoscimento degli assegni nucleo familiare può essere presentata esclusivamente tramite i Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, non essendovi altri intermediari autorizza. - Link

 

Rapporti di apprendistato in agricoltura  - istruzioni operative

L’INPS ha pubblicato il   messaggio n. 1405 del 5 aprile 2019 con indicazioni per la compilazione del flusso DMAG per i rapporti di apprendistato in agricoltura.

Il messaggio riporta in tabella lecodifiche Tipo Contratto che dovranno utilizzare i datori di lavoro agricoli a partire dal flusso DMAG del secondo trimestre 2019. - Link

 

 

INAIL

Autoliquidazione 2018/2019

L’Inail, con la nota n. 5453 del 3 aprile 2019, riassume gli adempimenti che il datore di lavoro deve effettuare entro il 16 maggio 2019 e le novità per il calcolo del premio di autoliquidazione 2018/2019.

Il suddetto termine del 16 maggio 2019 si applica anche ai datori di lavoro che hanno cessato l’attività a gennaio e febbraio 2019.

I contributi associativi devono essere versati in unica soluzione entro il 16 maggio 2019.

È differito al 16 maggio 2019 anche il termine per la presentazione del modulo “Autocertificazione per sconto settore edile” da trasmettere via PEC alla sede competente per fruire della riduzione dell’11,50% alla regolazione 2018.

Si ricorda che dal 1° gennaio 2019 la riduzione di cui all’articolo 29, comma 2, del decreto legge 23 giugno 1995, n. 244non è più applicabile ai premi assicurativi. - Link

 

 

MINISTERO DEGLI INTERNI

Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l’anno 2019

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato insieme al Ministero del lavoro, la circolare prot 1257/2019 del 9 aprile 2019, con la programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l’anno 2019  a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 marzo 2019 .

Il Ministero comunica che dall’11 aprile 2019 sono disponibili i moduli per la precompilazione delle domande ​per lavoratori autonomi e subordinati, stagionali e non stagionali. - Link

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali

Con la  risoluzione n. 41 del 8 aprile 2019, l’Agenzia delle entrate ha istituito il codice tributo “6900”, che deve essere riportato nel modello F24 in caso di utilizzo del bonus per gli investimenti pubblicitari effettuati da imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, sulla stampa (giornali quotidiani e periodici, locali e nazionali) e su emittenti radio-televisive a diffusione locale. - Link

 

Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione . Chiarimenti

Con la circolare n. 7 del 9 aprile 2019l'Agenzia delle entrate delinea il perimetro dei soggetti che potranno beneficiare della pace fiscale. Viene chiarito che la misura riguarda i processi verbali di constatazione consegnati entro il 24 ottobre 2018, data di entrata in vigore del Decreto Legge fiscale n. 119/2018.

La scadenza per la presentazione della dichiarazione integrativa che consente di beneficiare della pace fiscale dei PVC è fissata sempre al 31 maggio 2019, stessa data entro la quale sarà necessario pagare le imposte dovute. - Link

 

Modificazioni al modello di dichiarazione “Redditi 2019–PF”

Con provvedimento  del 10 aprile 2019 l’Agenzia delle entrate introduce modifiche al  modello Redditi Pf 2019, che le persone fisiche dovranno utilizzare per la prossima dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2018.
Gli aggiornamenti, rispetto al modulo approvato lo scorso 30 gennaio, recepiscono le novità normative che hanno interessato il regime fiscale dei redditi prodotti in euro a Campione d’Italia. - Link


Punto di assistenza denominato InfoBrexit

Con provvedimento del 10 aprile 2019 l'Agenzia delle entrate istituisce un punto di assistenza , costituito nell’ambito del settore Internazionale della divisione Contribuenti,  sui risvolti fiscali derivanti dall’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.
Con lo stesso provvedimento, inoltre, è stata disposta la creazione di una casella di posta elettronica ad hoc infobrexit@agenziaentrate.it, attraverso la quale gli interessati potranno inoltrare le proprie domande al nuovo punto di assistenza. - Link

 

Versamento imposta di bollo sulle fatture elettroniche. Istituito i codici tributo

Con la risoluzione n. 42  del 9 aprile 2019, l’Agenzia delle entrateistituisce i codici tributo destinati a consentire i versamenti relativi all’imposta di bollo sulle fatture elettroniche effettuati tramite i modelli “F24” e “F24 Enti pubblici”. Questa tipologia di pagamento, però, non è la sola, in quanto l’adempimento può essere eseguito anche attraverso l’apposito servizio telematico reso disponibile nell’area riservata del contribuente Iva (con addebito su conto corrente), così come prevede la norma in relazione alle fatture emesse dal 1° gennaio 2019. - Link

 

Commento alle novità fiscali  della legge di bilancio per il 2019

Con la circolare n. 8 del 10 aprile 2019 l’Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti in merito alle novità tributarie contenute nell’ultima legge di bilancio (n. 145/2018), con lo scopo di illustrarne il contenuto complessivo e agevolarne la lettura. - Link

 

Modifiche al regime forfetario

Con la circolare n. 9/E del 10 aprile 2019, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulle modifiche al  regime forfettario  dettate dalla legge di Bilancio 2019.

In particolare mon possono avvalersi del regime forfetario le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta. - Link

 

Imposta sostituiva lezioni private istituiti i codice tributo

L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 43 del 12 aprile 2019, istituisce  i codici tributo per versare, tramite modello F24, l’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali dovuta sui compensi per lezioni private e ripetizioni. - Link

 

Precompilata 2019

Con provvedimento del 12 aprile 2019 l’Agenzia delle entrate stabilisce le modalità tecniche che consentono ai contribuenti interessati, e agli altri soggetti autorizzati, di prendere visione della dichiarazione elaborata dalle Entrate

Tra le novità, l’inserimento, tra gli oneri detraibili e/o deducibili, dei dati relativi ai premi per assicurazioni riguardanti il rischio di eventi calamitosi e delle spese per la sistemazione a verde degli immobili. Restano confermate, tra le altre, anche le spese per gli asili nido e le erogazioni liberali a favore di associazioni e fondazioni. - Link

 


AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 100 del 08/04/2019- prova cessioni intracomunitarie - Link

In caso di cessioni di beni a clienti stabiliti all’interno dell’Unione europea, dal momento che la legge italiana non contiene una specifica previsione in merito ai documenti che il cedente deve conservare ed eventualmente esibire in caso di controllo per provare l’effettività della cessione intracomunitaria (in particolare, l’invio dei beni a un soggetto identificato ai fini Iva in altro Stato membro), possono costituire prova dell’avvenuto trasferimento delle merci specifici documenti predisposti dal cedente a condizione che:

  • dagli stessi siano individuabili i soggetti coinvolti, cioè il cedente, il vettore e il cessionario, nonché tutti i dati utili a definire l’operazione a cui si riferiscono;
  • si provveda a conservare le relative fatture di vendita, la documentazione bancaria attestante le somme riscosse in relazione alle precedenti cessioni, la documentazione relativa agli impegni contrattuali assunti e gli elenchi Intrastat.

 

Risposta n. 101 del 08/04/2019 -  costi black list non separati

Con la definizione agevolata delle irregolarità formali può essere sanata anche la mancata indicazione nella dichiarazione dei redditi dei componenti negativi di reddito derivanti da operazioni con soggetti domiciliati nei paesi a fiscalità previlegiata. Ciò anche se i relativi atti di irrogazione delle sanzioni siano oggetto di controversie pendenti.

La violazione si può regolarizzare con la procedura di sanatoria delle irregolarità formali, anche se i relativi atti di irrogazione sanzioni sono oggetto di controversie pendenti. - Link

 

Risposta n. 102 del 08/04/2019- Definizione agevolata e rinuncia all’agevolazione “Tremonti ambiente”

È possibile regolarizzare una controversia pendente relativa alla “Tremonti ambiente” con la definizione agevolata delle liti prevista dal Dl 119/2018. Tuttavia, per superare anche l’incumulabilità tra il beneficio fiscale e la tariffa incentivante, sembra necessario pagare integralmente (e non in misura ridotta) l’imposta contestata. - Link


Risposta n. 103 del 09/04/2019 - fatturazione elettronica prestazioni sanitarie

Le prestazioni sanitarie rese quest’anno nei confronti di persone fisiche non devono mai essere fatturate elettronicamente via SdI; l’obbligo, invece, sussiste per quelle eseguite a favore di soggetti diversi. - Link

 

Risposta n. 104 del 09/04/2019 - auto-fatture per estrazione dei beni da un deposito IVA

Sono esclusi dalla fatturazione elettronica le operazioni relative a cessioni di beni e prestazioni di servizi che sono effettuate o ricevute da soggetti non residenti o non stabiliti in Italia. Quindi il rappresentante fiscale in Italia di una società estera non è obbligato a emettere la fattura elettronica. Tuttavia, anche questi soggetti, se effettuano o ricevono operazioni che devono essere documentate con fattura, potranno comunque scegliere, su base volontaria, di farlo con il formato elettronico, tramite il Sistema di Interscambio.
Tale regola vale anche per l’estrazione dei beni originariamente introdotti nel deposito Iva. In conclusione, quindi, il rappresentante fiscale dell’istante potrà procedere all’emissione delle autofatture in esame in modalità analogica o elettronica extra SdI.
 L’Agenzia chiarisce, infine che all’obbligo della comunicazione mensile dei dati delle operazioni transfrontaliere  riguarda i soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato e non anche i soggetti non residenti o privi di stabile organizzazione. - Link

 

Risposta n. 105 del 09/04/2019  - Aliquota IVA applicabile alle lettiere di origine vegetale per animali domestici

Alla cessione del prodotto in questione (“lettiere di origine vegetale per animali domestici”) si renda applicabile l’aliquota IVA del 10 per cento, secondo quanto previsto dalla voce n. 28) della Tabella A, parte III, allegata al d.P.R. n. 633 del 1972. - Link

 

Risposta n. 106 del 11/04/2019- scissione parziale non proporzionale a favore di due società beneficiarie di nuova costituzione

È legittima l’operazione di scissione parziale non proporzionale di una società, realizzata unicamente per consentire ai soci di proseguire separatamente l’attività di locazione e gestione immobiliare e non per ottenere dei vantaggi fiscali indebiti. - Link

 

Risposta n. 107 del 11/04/2019- passaggio al regime forfettario

A seguito delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2019, il contribuente in possesso delle prerogative per accedere al regime forfetario può aderire a tale sistema agevolato in deroga al vincolo triennale stabilito in caso di opzione per il regime di tassazione ordinario. - Link

 


AGENZIA DELLE ENTRATE – PRINCIPIO DI DIRITTO


Principio di diritto n. 14 del 09/04/2019 - Utilizzo del plafond disponibile da parte dell’esportatore abituale

Non può avvalersi del beneficio del plafond (articolo 8, comma 1, lettera c), Dpr n. 633/1972) l’esportatore abituale che, in esecuzione di un contratto di appalto, “acquista” un immobile. L’utilizzo del plafond, infatti, è ammesso, in via generale, per i beni/servizi funzionali al ciclo economico dell’impresa. In particolare, la dichiarazione d’intento inviata dall’esportatore a ciascun fornitore potrà riguardare l’acquisto dei servizi relativi all’installazione degli impianti strettamente funzionali allo svolgimento dell’attività industriale.
Non potranno beneficiare del plafond, invece, i servizi di installazione degli impianti che formano parte integrante dell’edificio e sono a esso serventi, per i quali trova applicazione il meccanismo dell’inversione contabile. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – CONSULENZA GIURIDICA

 

Risposta n. 14 del 08/04/19-  bonus in favore delle imprese musicali

La recente disposizione, che ha sancito il passaggio al principio di cassa per i soggetti in contabilità semplificata, non cambia le regole di accesso al bonus in favore delle imprese musicali

le spese fatturate a fine 2017, ma pagate nel 2018, ai fini del tax credit musica devono essere considerate ammissibili in riferimento all’esercizio 2017, anche se, sotto il profilo fiscale, rilevano nel successivo esercizio di pagamento. - Link

0
0
0
s2smodern