Mercoledì, 27 Marzo 2019 11:29

Equo compenso e Asse.Co.: incontro CdL - Regione Lazio

Dalla legislazione regionale in materia di tutela delle professioni e di equo compenso alla diffusione della cultura della legalità nelle imprese della Regione Lazio grazie all'Asse. Co. Questi i temi affrontati nel corso dell'incontro fra il Coordinatore dei Consigli provinciali dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro del Lazio, Carlo Martufi, e l’Assessore al Lavoro della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, a margine del 22° Forum Lavoro/Fisco/Previdenza, per rafforzare e valorizzare il ruolo del Consulente del Lavoro nel tessuto produttivo laziale, che spazia dalle micro imprese ai grandi gruppi industriali.

Un momento di confronto importante per la promozione del dialogo fra la Categoria e l’Amministrazione locale su due temi di grande interesse per la Categoria. La promozione dell’Asse.Co., l’asseverazione della regolarità contributiva e retributiva delle imprese rilasciata dai Consulenti del Lavoro asseveratori a seguito di una specifica procedura di controllo, è stata al centro di importanti protocolli siglati dal Consiglio Nazionale dell’Ordine con la Regione Sicilia, la Regione Emilia Romagna, il Comune di Genova e la Provincia autonoma di Trento.  Forte, inoltre, l’impegno della Categoria a tutela dell’equo compenso per i professionistiiscritti agli albi e per i più giovani. A breve la Regione Lazio si unirà al gruppo di regioni che hanno adottato norme a tutela dell’equo compenso. La proposta  di legge regionale n. 69 dell’8 novembre 2018 concernente “Disposizioni in materia di equo compenso e di tutela delle prestazioni professionali”, infatti, ha ottenuto il via libera dalla IV Commissione consiliare permanente Bilancio lo scorso 19 febbraio.

Notizie correlate: Equo compenso, Calderone: servono norme di dettaglioLavoro: rapporti certificati anche a Genova - 22° Forum Lavoro/Fisco/Previdenza: pagina speciale

0
0
1
s2smodern