Lunedì, 07 Gennaio 2019 16:40

Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo e AsseCo.

Aumentano per i Consulenti del Lavoro le asseverazioni di conformità dei rapporti di lavoro. Dopo la sigla del Protocollo d’intesa, tra il Ministero del lavoro e il Consiglio Nazionale dell’Ordine, infatti, l’operatività di AsseCo. è cresciuta grazie alla piattaforma messa a disposizione da Fondazione studi raggiungendo ottimi risultati.

Le finalità della convenzione, sono rappresentate dal fatto che le aziende certificate non rientreranno tra quelle destinatarie dell’ordinaria attività ispettiva (salvo specifica richiesta di intervento o indagini particolari). La certificazione, inoltre, potrà essere utilizzata da soggetti terzi, pubblici e privati, ad ogni fine ritenuto coerente con le finalità del protocollo e riconducibili alla regolarità dei datori.

L’AsseCo. non rientra nei processi di innovazione che danno diritto al credito di imposta per le attività di ricerca e sviluppo, ma una riflessione sull’argomento è doverosa.

Questa considerazione è avvalorata anche da quanto recentemente espresso dalla responsabile delle risorse umane di un’azienda di medie dimensioni, asseverata da diversi anni, che ha dichiarato come tutte le procedure ed i processi interni legati al personale siano stati modificati e strutturati in funzione dei dati che devono essere forniti ai fini dell’ottenimento dell’AsseCo.

I dati richiesti per ottenere l’asseverazione sono la sintesi di un’analisi complessa in merito al rispetto della normativa in materia di lavoro, come ad esempio il rispetto dei riposi giornalieri, delle ore di straordinario effettuate, delle ferie maturate e godute ecc.

Nelle grosse realtà questi riscontri si possono avere solo attraverso piattaforme informatiche che registrano e analizzano la vita aziendale del singolo lavoratore.

Questo tipo di efficienza dei processi aziendali interni, comporta investimenti in piattaforme innovative e nella conseguente formazione dei dipendenti, spese che sono ricomprese tra quelle che danno diritto al credito di imposta.

Per un’azienda investire in un progetto di questo tipo presenta diversi vantaggi: innovare i processi interni (con il conseguente ottenimento di una posizione d’avanguardia all’interno di un mercato in continua evoluzione) ritorno economico scaturente dal credito previsto per tutte quelle attività di ricerca e sviluppo e come beneficio accessorio anche il soddisfacimento di tutti i requisiti richiesti per l’ottenimento dell’AsseCo.

Richiedere quindi il rilascio dell’attestazione di conformità dei rapporti di lavoro, conclude questo processo virtuoso, ponendo l’azienda anche al centro di un percorso finalizzato alla cultura della legalità.

 

0
0
1
s2smodern