Lunedì, 04 Febbraio 2019 10:30

Le Novità Normative della Settimana dal 28 gennaio al 3 febbraio 2019

Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 23 del 28 gennaio 2019 è stato pubblicato il Decreto Legge n.  4 del 28 gennaio 2019, con le disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni. - Link


INPS

Rilascio nuovo applicativo “ Calcolo aliquote contributive” per le aziende con lavoratori dipendenti
L’INPS, con il messaggio n. 356 del 25 gennaio 2019, informa del rilascio della nuova funzionalità “Calcolo aliquote contributive”, utilizzabile da aziende ed intermediari. L’applicazione consente, sulla base delle caratteristiche contributive dell’azienda e del profilo contributivo del lavoratore, di simulare il calcolo dell’aliquota contributiva per i lavoratori del settore privato. - Link

 

Modalità di presentazione delle domande di pensione anticipata
Con il messaggio n. 395 del 29 gennaio 2019,  l' INPS comunica le modalità operative di presentazione delle relative domande di pensione, tramite l’accesso ai servizi online in base a quanto previsto dal Decreto Legge n. 4/2019 (Quota 100) . - Link

Riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale
L’INPS, con il messaggio n. 402 del 29 gennaio 2019, comunica la riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale a seguito di quanto previsto dal Decreto Legge n. 4/2019. Pertanto, dal 29 gennaio 2019, possono presentare domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio dell’APE sociale i soggetti che, nel corso dell’anno 2019, maturano tutti i requisiti. - Link

Variabili retributive. Estensione del termine per le variabili “Ferie” e “Rol”
Con riferimento alla gestione delle variabili retributive per il c.d. “calendario sfasato”, l’INPS, con messaggio n. 456 del 31/01/2019 ricorda con decorrenza gennaio 2019, le variabili DIMSTK, IMNEFI e IMPNEG sono state eliminate. inoltre, è ricordato  che le variabili FERIEe ROLsono utilizzabili entro 12 mesi dal periodo cui i relativi eventi o elementi si riferiscono. Oltre detto termine, il datore di lavoro, per recuperare gli importi riferiti alle indennità di ferie non godute ovvero ROL già corrisposti, dovrà avvalersi della regolarizzazione. - Link

Telematizzazione delle domande di congedo indennizzato per le donne vittime di violenza di genere
L’INPS ha emanato la circolare n. 3 del 25 gennaio 2019 con cui comunica l'obbligo di presentazione telematico per le domande di congedo indennizzato per le donne vittime di violenza di genere.Link

Indennità antitubercolari
L’INPS ha diffuso la circolare n. 4 del 25 gennaio 2019 con la quale comunica le variazioni degli importi da corrispondere a titolo di indennità antitubercolari. - Link

Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COL
L’INPS, con la circolare n. 5 del 25 gennaio 2019, rende noto per il 2019 gli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, dell’indennità di disoccupazione agricola, nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili. - Link

Determinazione per l'anno 2019 del limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza
L’INPS, con la circolare n. 6 del 25 gennaio 2019, rende noto per il 2019 i valori del minimale di retribuzione giornaliera, del massimale annuo della base contributiva e pensionabile, del limite per l’accredito dei contributi obbligatori e figurativi, nonché gli altri valori per il calcolo delle contribuzioni dovute in materia di previdenza e assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti iscritti alle gestioni private e pubbliche. - Link

Assegni straordinari dei Fondi di solidarietà
L’INPS, con la Circolare n. 10 del 29 gennaio 2019, fornisce le istruzioni per l’applicazione delle nuove disposizioni pensionistiche previste dal D.L. n. 4 del 28 gennaio 2019 all’assegno straordinario di sostegno al reddito dei Fondi di solidarietà bilaterali. - Link

Nuove disposizioni in materia di requisiti di accesso e di regime delle decorrenze della pensione anticipata
L’INPS, con la Circolare n. 11 del 29 gennaio 2019, fornisce un quadro delle novità pensionistiche introdotte dal D.L. n. 4 del 28 gennaio 2019 e del monitoraggio delle domande di pensione anticipata. - Link

Gestione pubblica. Cong dati previdenziali ed assistenziali anno 2018
L’INPS, con la Circolare n. 12 del 30 gennaio 2019, forniscechiarimenti e precisazioni sulle operazioni di conguaglio previdenziale relative all’anno 2018 per i datori di lavoro iscritti alla Gestione pubblica. - Link

Determinazione per l’anno 2019 delle retribuzioni convenzionali valide per i lavoratori italiani all’estero
L’inps, con la circolare n. 13 del 30 gennaio 2019, ha reso noto le retribuzioni convenzionali da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti, per il 2019, a favore dei lavoratori operanti all’estero in paesi extracomunitari non legati all’Italia da accordi di sicurezza sociale. - Link

Agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati. Presentazione delle domande per l’anno 2019
La Circolare INPS n. 14 del 31 gennaio 2019 illustra le modalità di presentazione delle domande di agevolazione per la frequenza di asili nido pubblici e privati per l'anno 2019. - Link

 

INAIL

Eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio. Marche, Umbria e Abruzzo  in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. Nuovo termine per la ripresa dei pagamenti dei premi assicurativi sospesi
L’Inail, con la circolare n. 3 del 25 gennaio 2019, a seguito della legge 145/2018 che ha modificato il termine per la ripresa dei pagamenti dei premi assicurativi sospesi a seguito degli Eventi sismici verificatisi nei territori delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017, nei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2-bis al decreto-legge n. 189/2016, comunica che gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, sospesi, sono effettuati entro il 1° giugno 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi, anche mediante rateizzazione fino a un massimo di centoventi rate mensili di pari importo, a decorrere dal 1° giugno 2019. - Link

 

INPGI

Minimali di Retribuzione Per L’anno 2019
L’INPGI,  con la circolare n. 3 del 29 gennaio 2019, comunica imassimali retributivi e contributivi applicabili a decorrere dal 1° gennaio 2019. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Trasmissione telematica dei dati contenuti nella dichiarazione annuale IVA 2019
Con il provvedimento del 30 gennaio 2019, l'Agenzia delle Entrate detta il contenuto e le specifiche tecniche da adottare per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate del modello IVA 2019. - Link

Approvati i modelli per gli indici sintetici di affidabilità fiscale
Con il provvedimento del 30 gennaio 2019, l'Agenzia delle Entrate  pubblica i modelli per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) per il periodo d’imposta 2018. Cinque le macro categorie interessate: comparto agricolo, quello delle manifatture, il settore economico dei servizi, le attività dei professionisti e l’area del commercio. - Link

Programma delle elaborazioni degli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili a partire dal periodo d’imposta 2019
Con il provvedimento del 30 gennaio 2019, l'Agenzia delle entrate programma l'attività di  aggiornamento degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) al fine di ottemperare agli obblighi temporali previsti dalla norma, per quanto riguarda gli Isa più “vecchi” (quelli approvati con Dm 23 marzo 2018), e, dall’altra, di recepire le variazioni del contesto economico di riferimento di alcune attività, per quanto riguarda gli altri Isa (per i quali ne ha valutato l’opportunità anche la Commissione degli esperti). - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 11  del 28 gennaio 2019 - del fusione per incorporazione transfrontaliera  – disciplina  dell'abuso del  diritto o elusione fiscale.
Una fusione per incorporazione attuata da una società italiana nei confronti di una controllata lussemburghese, a seguito della quale il valore di ingresso corrisponderà a quello di mercato al momento dell’ingresso della controllata e in assenza di sue posizioni fiscali riportabili in Italia, non integra un’ipotesi di abuso del diritto. - Link

Risposta n. 12  del 28  gennaio 2019 -  gel energetici e bevande proteiche
Alle cessioni di gel energetici e bevande proteiche che, in base alla relativa classificazione doganale, non possono essere catalogati come medicamenti, deve essere applicata l’aliquota Iva ordinaria del 22% e non quella agevolata del 10%; si tratta, infatti, di prodotti che non trovano collocazione in alcuna delle voci della Tabella A, parte III, Dpr 633/1972. - Link

Risposta n. 13  del 29 gennaio 2019 - Scissione parziale proporzionale seguita dalla cessione della partecipazione totalitaria nella scissa
Al ricorrere di determinate condizioni, la circolazione “indiretta” dell’azienda non comporta alcun indebito vantaggio fiscale. Pertanto, una scissione parziale proporzionale a favore di beneficiaria neocostituita, seguita dalla cessione della partecipazione totalitaria nella scissa, non è un’operazione abusiva. - Link

Risposta n. 14  del 29 gennaio 2019 -  procedura di “defiscalizzazione” dei registratori di cassa collegati a Server-RT
La procedura di “defiscalizzazione” dei registratori di cassa collegati a Server-RT può essere perfezionata entro il termine previsto per la liquidazione periodica Iva del mese di gennaio 2019, ossia entro il prossimo 16 febbraio. Il documento commerciale emesso utilizzando - sino a loro esaurimento - le relative stampanti fiscali, pur recando il logotipo MF seguito dalla matricola è conforme alla disciplina vigente (decreto interministeriale 7 dicembre 2016), qualora riporti l’indicazione “non valido ai fini fiscali ai sensi dell’art. 2 del d.lgs. n. 127/2015”. Nel caso in cui il documento, a richiesta dell’acquirente, debba avere anche efficacia fiscale, bisognerà integrarlo con il codice fiscale o la partita Iva dell’acquirente e rimuovere la citata dicitura. - Link

Risposta n. 15  del 29 gennaio 2019 - cessioni miscanto
In virtù del fatto che la classificazione doganale del miscanto non è riconducibile ad alcun punto della tabella Aparte II, II-bis e III, allegata al Dpr 633/1972, l'Agenzia delle entrate afferma  che al commercio di tale prodotto erbaceo debba applicarsi l’aliquota Iva ordinaria. - Link

Risposta n. 16 del 29 gennaio 2019 -  trattamento fiscale Indennizzo contratto di locazione ai fini IVA  – REGISTRO ed IRES
La somma una tantum con funzione indennitaria corrisposta, in base a uno specifico accordo, dal locatario al locatore per la rinuncia all’aumento del canone è esclusa dall’ambito di applicazione dell’Iva per mancanza del presupposto oggettivo; di conseguenza, essa è assoggettata all’imposta di registro con aliquota del 3%. Inoltre, in quanto componente negativo di reddito, è fiscalmente deducibile ai fini Ires e Irap nel periodo d’imposta in cui sorge l’obbligazione al pagamento. L’eventuale cessione del contratto non è esente Iva. - Link

Risposta n. 19  del 30 gennaio 2019 -  definizione agevolata dei processi verbali di constatazione
In relazione al caso concreto, non hanno effetti preclusivi sulla definizione agevolata del processo verbale di constatazione, se successive al 24 ottobre 2018, la notifica di un avviso di accertamento relativo alle stesse violazioni e la presentazione di un’istanza di accertamento con adesione, nonché l’impugnazione dell’avviso. - Link

Risposta n. 20  del 31 gennaio 2019 - disciplina delle azioni proprie nel  consolidato fiscale
Ai fini della disciplina della tassazione di gruppo, le azioni proprie devono essere considerate “azioni prive dei diritti di voto esercitabili nell’assemblea generale” e, quindi, la loro presenza assume carattere “neutrale” per il rispetto del criterio della partecipazione al capitale sociale a agli utili previsto dalla normativa fiscale. - Link

Risposta n. 21 del 1 febbraio 2019  - conferimento senza duplicazione beneficio Ace
Nel presupposto che non vi siano soggetti black listed nella compagine sociale della capogruppo e considerato che le informazioni e i documenti allegati all’istanza confermano che le risorse finanziarie ricevute dalla società interpellante (Alfa) non sono state utilizzate per duplicare l’agevolazione Ace all’interno del gruppo, l’Agenzia delle entrate esprime parere favorevole alla disapplicazione della disciplina antielusiva dettata dall’articolo 10 del Dm 3 agosto 2017(“nuovo decreto Ace”) , che, al comma 4, prevede una riduzione della base di calcolo dell’Ace in capo al conferitario per un importo pari ai conferimenti in denaro provenienti da soggetti diversi da quelli domiciliati in Stati o territori che consentono un adeguato scambio di informazioni, anche se non appartenenti al gruppo. - Link

Risposta n. 22 del 1 febbraio 2019 -  deducibilità spese di ospitalità ai fini delle imposte dirette e  dell’imposta sul valore aggiunto.
I costi di vitto, alloggio, viaggio e trasporto sostenuti dall’associazione che organizza il festival cinematografico per ospitare personalità del settore costituiscono spese di rappresentanza e non di pubblicità e, di conseguenza, non sono interamente deducibili né detraibili ai fini Iva. - Link

Risposta n. 23 -  credito d’imposta  estero  relativo alle  ritenute operate per servizi  tecnici resi  all’estero
Se la Convenzione attribuisce la potestà impositiva esclusivamente all’Italia quale Stato di residenza, la ritenuta eventualmente applicata dal cliente non residente all’atto del pagamento delle fatture addebitategli non può essere oggetto di credito d’imposta in Italia. Per neutralizzare la doppia imposizione subita, è possibile richiedere il rimborso della ritenuta operata all’estero. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – PRINCIO DI DIRITTO

Principio di diritto n. 1 del 30 gennaio 2019 - valutazione anti - abuso  del c.d. re- investimento  nell’ambito di  un’operazione di merger leveraged buy out
Nell’ambito di un’operazione di merger leveraged buy out strutturata su più livelli di società-veicolo, residenti in Italia e all’estero, finalizzata all’acquisizione delle azioni di una società-target quotata mediante acquisizione delle stesse sia dai precedenti soci di maggioranza sia sul mercato, il re-investimento di parte della liquidità riveniente dalla predetta cessione da parte degli ex soci di maggioranza alla società-veicolo acquirente, per il tramite delle altre società-veicolo residenti in Italia, al fine di ridotarla delle risorse liquide per l’acquisizione delle rimanenti azioni sul mercato, configura un’ipotesi di abuso del diritto. - Link

Principio di diritto n. 2 del 1 febbraio 2019 - trattamento, ai fini dell’iper ammortamento, dei “contatori intelligenti” (cc.dd. “smart meters”) e dei relativi costi di  installazione
I contatori intelligenti (“smart meters)sono agevolabili con l’iperammortamento solo se operanti a livello di macchine e componenti di un sistema produttivo in senso stretto. I relativi costi di installazione non possono eccedere il 5% del prezzo dei singoli contato. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – CONSULENZA GIURIDICA

Risposta n. 4 del 31 gennaio 2019 reddito minimo richiesto per il rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo
Ai fini del computo del reddito minimo richiesto per il rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo, si potrebbe assumere una nozione di reddito più ampia di quella dettata dall’articolo 8 del Tuir, includendo anche entrate che il legislatore, per ragioni sociali o di tecnica normativa, ha escluso dalla nozione di reddito imponibile (ad esempio, assegni familiari, indennità per disabili). Trattasi, tuttavia, di valutazioni in ordine alla corretta interpretazione di norme di carattere non tributario, ma in materia di immigrazione, che non competono all’Agenzia delle Entrate. - Link

Risposta n. 5 del 31 gennaio 2019 trattamento fiscale dei rimborsi spese  di  parcheggi o sostenute dai dipendenti durante le trasferte al di fuori del territorio  comunale
Il rimborso delle spese di parcheggio sostenute dai dipendenti per trasferte al di fuori del territorio comunale è assoggettabile interamente a tassazione laddove il datore di lavoro abbia adottato i sistemi del rimborso forfettario e misto; invece, se ricorre al sistema analitico, il rimborso rientra tra le “altre spese” (ulteriori rispetto a quelle di viaggio, trasporto, vitto e alloggio) escluse dalla formazione del reddito di lavoro dipendente fino all’importo massimo di 15,49 euro giornaliero (25,82 per le trasferte all’estero). - Link

Risposta n. 6 del 31 gennaio 2019 Borse di studio erogate nell’ambito del programma «Erasmus +»
L’esenzione Irpef riconosciuta agli studenti che partecipano al programma “Erasmus +” per le borse di studio loro attribuite non può essere estesa al personale docente e amministrativo che opera all’interno dello stesso programma. Regole ordinarie, inoltre, per la determinazione della base imponibile Irap delle istituzioni che erogano i loro stipendi. Infine, esenzione Irpef per le borse di mobilità relative ai tirocini post laurea, a condizione che siano di modesto valore e dirette a garantire lo svolgimento dell’attività di cooperazione con gli altri Stati aderenti al progetto. - Link

Risposta n. 7 del 31 gennaio 2019 trattamento Fine Servizio da destinare a Previdenza complementare in neutralità d’imposta
Il trattamento di fine servizio erogato dalle Corporazioni dei piloti dei porti può essere trasferito a forme pensionistiche di previdenza complementare in esenzione d’imposta, in quanto, essendo soggetto alla stessa disciplina fiscale prevista per il trattamento di fine rapporto (articolo 121-bis, Dpr 328/1952), trova applicazione la disposizione in base alla quale non si considerano anticipazioni (e, quindi, non vanno tassate) le somme e i valori destinati alle forme pensionistiche di cui al Dlgs 124/1993. - Link

0
0
1
s2smodern