Venerdì, 04 Gennaio 2019 15:03

Inps: Durc online per rottamazione ter

A seguito dei numerosi interventi legislativi sulla materia, l'Inps illustra la disciplina per il rilascio del Durc nei confronti di quei contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata dei carichi affidati agli Agenti della Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. Le istruzioni sono state fornite dall’Istituto con il messaggio n. 4844 del 28 dicembre 2018 e aggiornano la procedura per il rilascio del documento unico di regolarità contributiva a seguito delle misure introdotte dal Decreto Legge fiscale n. 119/2018.

Nel messaggio si legge che dal 19 dicembre 2018, data di entrata in vigore della legge di conversione n. 136/2018, le richieste di verifica della regolarità contributiva, anche se pervenute prima di tale data e ancora in corso di istruttoria, dovranno essere definite con l’attestazione della regolarità sempre che non sussistano ulteriori esposizioni debitorie in altre gestioni o sezioni. La definizione della richiesta di verifica con tale esito, in assenza di registrazione sugli archivi della procedura “Gestione AVA”, richiede l’accertamento presso l’agente della riscossione dell’avvenuta presentazione della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata.

L'istituto specifica poi i casi di decadenza e di perdita del Durc con riferimento alle tre rottamazioni e le regole da rispettare per la conferma della regolarità contributiva.

Notizie correlate: DURC: criticità sotto i riflettori - Durc online: convenzione Inail-Inps-MISE - Novità Inps: DURC più semplice

0
0
1
s2smodern