Giovedì, 20 Dicembre 2018 09:38

CNO-Inail: convenzione per scambio dati in cooperazione

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ha sottoscritto con l'Inail, in data 26 ottobre 2018, una convenzione per lo scambio dei dati in cooperazione applicativa, con lo scopo di semplificare le procedure di registrazione/abilitazione dei soggetti iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro, nonché di ridurre il fenomeno dell’abusivismo professionale. La convenzione, attiva dal 20 dicembre 2018, consente all’Inail di accedere direttamente, nel rispetto e nei limiti delle finalità istituzionali perseguite, ai dati in possesso del CNO relativi allo stato dei Consulenti del Lavoro (iscrizione, sospensione, cancellazione e radiazione), garantendo:

- l’automatica abilitazione nei sistemi Inail al ruolo di Consulente del lavoro ai nuovi iscritti all’ordine;

- l’immediata interdizione all’accesso ai servizi online in caso di sospensione, cancellazione e revoca comunicata dall’Ordine

- l’acquisizione delle variazioni anagrafiche degli iscritti.

A seguito della convenzione, l’Inail attribuisce automaticamente nei propri sistemi di profilazione il ruolo di Consulente del Lavoro a tutti i nuovi soggetti iscritti al Consiglio Nazionale dell'Ordine. Fino a quando i nuovi Consulenti non effettuano l’accesso al portale Inail con credenziali SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Pin Inps, tale ruolo rimane però “inattivo”. Infatti, si legge, soltanto l’accesso in una delle modalità appena elencate consente l’associazione definitiva al ruolo assegnato, che diverrà operativo nelle 24 ore successive.

Di conseguenza, il ruolo di Consulente del Lavoro viene automaticamente reso “inattivo” (fino a nuova comunicazione) non appena l’Inail acquisisce dal CNO l’informazione relativa allo stato di sospensione, cancellazione e revoca di un iscritto.  Inoltre, è in fase di realizzazione un’ulteriore implementazione che consentirà in tali casi l’inoltro di una mail automatica alle ditte in delega per avvisarli della momentanea disabilitazione del professionista al ruolo di consulente del lavoro.
Si ricorda però che le nuove modalità di autenticazione e registrazione non riguardano i Consulenti già in possesso di credenziali Inail precedentemente rilasciate dall’Istituto, che continueranno pertanto ad accedere con le credenziali già in uso: gli stessi saranno però soggetti alle politiche di scambio ed aggiornamento dati consentite dalla convenzione in oggetto.

Assemblea dei CPO a Roma: pagina speciale

Manovra 2019 e interventi alle famiglie: quali Paesi UE imitare?

0
0
1
s2smodern