Martedì, 11 Dicembre 2018 10:12

A rischio le agevolazioni delle imprese anche per lievi irregolarità

Portare da 15 a 45 giorni il termine entro cui le aziende possono regolarizzare la situazione contributiva, chiarire che una volta effettuata la regolarizzazione oltre il termine non si debba restituire quanto conguagliato in precedenza (rivedendo la circolare n. 34/08 del Ministero del Lavoro) e introdurre maggiore proporzionalità tra il debito riscontrato e le agevolazioni da restituire (secondo quanto previsto dall'art. 6, co. 10, della legge n. 338/89). Sono le soluzioni proposte dal Consiglio nazionale dell'Ordine nella lettera inviata ieri al Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, alla luce dei numerosi disagi riscontrati dai Consulenti del Lavoro nella gestione della regolarità contributiva delle imprese clienti.

Queste, infatti, hanno diritto a ricevere benefici contributivi e normativi in materia di lavoro a fronte di una regolarità contributiva, che viene attestata tramite il Durc in maniera automatizzata. Nel caso in cui si riscontrino irregolarità, anche lievi, si riceve dall'Inps una diffida da adempiere entro 15 giorni con tutte le difficoltà che ne conseguono, a partire da un'interlocuzione complessa con le sedi territoriali dell'Istituto, che molto spesso non sono in grado di fornire un'assistenza qualificata. Come si legge nella lettera, firmata dalla Presidente Marina Calderone e riportata sulle pagine de Il Sole 24 Ore, il termine per mettersi in regola è «assolutamente incongruo rispetto alla mole di attività che occorre porre in essere sia per dimostrare l' infondatezza del credito dell' Istituto ovvero per determinare in concreto le modalità di pagamento del dovuto» e comporta, di conseguenza, il divieto di dedurre le agevolazioni e la restituzione di quelle già fruite nel periodo della irregolarità.

Notizie correlate: Durc online: convenzione Inail-Inps-MISE - Verifica della regolarità contributiva per fruire delle agevolazioni - INPS, inizia fase di sperimentazione della nuova procedura “VERA”

0
0
1
s2smodern