Giovedì, 22 Novembre 2018 09:28

Maternità e congedi per Gestione Separata

Con la circolare n. 109 del 16 novembre 2018, l’Inps fornisce le istruzioni amministrative, operative e contabili in materia di indennità di maternità e paternità e congedo parentale in favore di lavoratrici e lavoratori iscritti alla Gestione Separata, alla luce delle novità introdotte dalla Legge n. 81/2017 al Testo Unico in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, di cui al D. Lgs n. 151/2001.Nell’ottica di garantire un’adeguata tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e di favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi di lavoro subordinato – si legge nella circolare -, la Legge n. 81 del 2017 ha infatti riconosciuto il diritto all’indennità di maternità o paternità a prescindere dall’effettiva astensione lavorativa. 

Le domande per usufruire del beneficio – spiega l’Inps - devono essere presentate in modalità telematica. A tal fine, l’applicazione “Domande di maternità online”, disponibile sulla Intranet dell’istituto nell’area “Prestazioni a sostegno del reddito”, è stata aggiornata per consentire l'acquisizione di periodi di congedo parentale con giorni eccedenti tre mesi e fino a sei mesi di periodi superiori ad un anno e fino a tre anni di vita del bambino o dall’ingresso in famiglia o in Italia del minore in caso di adozione/affidamento nazionale o internazionale. Nella circolare, l'Istituto illustra il funzionamento dell'applicazione per l'acquisizione delle domande online e fornisce istruzioni specifiche per collaboratori coordinati e continuativi ed equiparati, ricercatori iscritti, liberi professionisti o associati in partecipazione.

Notizie correlate:

Congedo straordinario disabili e maternità - Maternità: compatibili riposi e indennità del trattamento - Regole UE per la Gestione Separata

0
0
1
s2smodern