Giovedì, 02 Agosto 2018 12:41

Disoccupazione agricola e NASpI

L’Inps, con il messaggio 3058 del 31 luglio 2018, fornisce chiarimenti sulla possibilità di trasformare la domanda di disoccupazione agricola in domanda di disoccupazione NASpI e viceversa.

Nel primo caso, la domanda di disoccupazione agricola, respinta per prevalenza di attività nel settore non agricolo, può essere trasformata in domanda di disoccupazione NASpI, solo su richiesta dell’interessato, a condizione che sia stata presentata entro 68 giorni dalla cessazione involontaria dell’attività lavorativa ed integrando la domanda con il materiale necessario per richiedere la NASpI.

Nel caso in cui, invece, il soggetto richiedente la NASpI si veda rigettata la domanda per prevalenza di attività nel settore agricolo, potrà trasformarla in domanda di disoccupazione agricola laddove la richiesta di NASpI sia stata presentata dal 1° gennaio al 31 marzo dell’anno successivo a quello di competenza della prestazione e  presentando la documentazione integrativa.

Notizie correlate: Naspi e compatibilità con lavoro subordinato anche intermittente o OTD in agricoltura - Agricoli, Inps posticipa al 10 agosto la nuova gestione deleghe

0
0
1
s2smodern