Martedì, 07 Aprile 2020 14:28

La Cig in deroga con il DL Cura Italia

Prosegue anche questa settimana l'iniziativa, organizzata da CIFA Italia, Ente bilaterale EPAR e sindacato Confsal e denominata #IlLavorocontinua, per sostenere i Consulenti del Lavoro, le imprese e i lavoratori in questa fase di emergenza da Covid-19. A partire dalle ore 14.00 di giovedì 9 aprile è in programma il quinto webinar gratuito dal titolo “D.L. Cura Italia: la cassa integrazione in deroga, il confronto tra le diverse disposizioni regionali”. Un incontro che, dopo i saluti introduttivi di Andrea Cafà, Presidente CIFA e Fonarcom, vedrà l’intervento di Cesare Damiano, Presidente dell'Associazione "Lavoro & Welfare", che farà il punto sull'impatto del Coronavirus sul mondo del lavoro; di Simone Cagliano, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, sulle procedure per richiedere la cassa integrazione in deroga alla luce del decreto legge n. 18/2020 e per le imprese multilocalizzate, nonché sugli accordi quadro siglati in Piemonte e Lombardia per fruire dell'ammortizzatore sociale. Sarà poi la volta di Maurizio Ballistreri, Docente di Diritto del Lavoro presso l’Università di Messina, che disquisirà del coordinamento tra le disposizioni del “Cura Italia” e gli accordi quadro regionali in materia di CIGD e del ruolo delle organizzazioni sindacali nelle procedure. Infine, Giovanni Greco, Presidente del Consiglio provinciale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro di Catania, analizzerà l’accordo quadro sulla CIGD in Sicilia, illustrerà nel dettaglio i tempi e le modalità di pagamento delle indennità CIG da parte dell’Inps, sottolineando la necessità di semplificazione burocratica in ragione dell’emergenza sanitaria. A moderare l’incontro Salvatore Vigorini, Presidente del Centro Studi InContra. Al termine degli interventi i relatori risponderanno alle domande inviate dagli utenti.

Vai al sito dedicato

Rassegna web: liberoquotidiano.it

Notizie correlate: CIG, perché l’accordo con i sindacati non è obbligatorio - Perché la Cig non sarà pagata entro il 15 aprile - D.L. n-18/2020 “Cura Italia”: analisi e criticità

 

0
0
0
s2smodern