Mercoledì, 18 Marzo 2020 18:44

Inps: sospesi adempimenti e versamenti contributivi

Con circolare n. 37 del 12 marzo 2020, l’Inps ha fornito le prime indicazioni operative per l'applicazione del decreto legge n. 9/2020, che ha disposto la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, e le istruzioni operative in relazione alle diverse gestioni interessate.  Come si legge nella circolare, è prevista la sospensione dei contributi previdenziali e assistenziali con scadenza legale di adempimento e di versamento nell’arco temporale dal 23 febbraio al 30 aprile 2020 per i contribuenti aventi residenza, sede legale o operativa nei comuni individuati nell’allegato 1 al Dpcm del 1 marzo 2020 e riportati nell’allegato 1 alla circolare. Destinatari della misura datori di lavoro privati (anche datori di lavoro domestico, aziende del settore agricolo, aziende con natura giuridica privata con dipendenti iscritti alla Gestione pubblica); lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli); committenti e liberi professionisti obbligati alla Gestione separata. Sospesi dal 2 marzo al 30 aprile i pagamenti anche per imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator con domicilio fiscale, sede legale o operativa nel territorio dello Stato. Alle posizioni contributive delle aziende operanti nel territorio dei suddetti Comuni – continua la circolare – sarà attribuito il codice di autorizzazione “7H", mentre imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator saranno contraddistinti dal codice “7L”. Per i periodi di paga da febbraio a marzo 2020, ai fini della compilazione del flusso Uniemens, le aziende di cui si tratta inseriranno nell’elemento <CausaleACredito> i nuovi codici “N966” e “N967”. La circolare dispone, infine, che adempimenti e versamenti sospesi siano effettuati, dal 1° maggio 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi; anche mediante rateizzazione, fino ad un massimo di cinque rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio. Per le imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator, invece, il pagamento è previsto in un’unica soluzione entro il 31 maggio.

Notizie correlate: Coronavirus: sospesi adempimenti e premi Inail - COVID-19: nuove restrizioni con il Dpcm 11 marzo 2020 - Chiuse le attività commerciali non di prima necessità: i chiarimenti della Fondazione Studi

0
0
0
s2smodern