Lunedì, 16 Marzo 2020 09:14

Coronavirus: sospesi adempimenti e premi Inail

Sospesi dal 23 febbraio al 30 aprile gli adempimenti, i versamenti dei premi per l’assicurazione obbligatoria e altre misure urgenti per le imprese operanti negli 11 Comuni della Lombardia e del Veneto individuati dal D.P.C.M. del 1° marzo 2020 e le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator attivi su tutto il territorio nazionale. A comunicare le istruzioni operative per usufruire del sostegno è l’Inail con circolare n.7 dell’11 marzo 2020. Per quanto riguarda le rateazioni ordinarie dei premi per l’assicurazione obbligatoria rientrano nella sospensione i versamenti delle rate mensili, inclusa la prima, con scadenza compresa nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile. Tali rate dovranno essere versate nel mese di maggio, insieme alla rata in scadenza nello stesso mese e che la sospensione non si applica a eventuali inadempienze (omissioni o evasioni) nei versamenti scaduti. A slittare è poi il termine per la trasmissione della dichiarazione delle retribuzioni da parte dei soggetti assicuranti individuati dai due decreti, che dovranno inviare la domanda di sospensione entro il prossimo 15 maggio tramite posta elettronica certificata alla sede Inail competente. La dichiarazione delle retribuzioni 2019 dovrà essere trasmessa esclusivamente tramite il servizio Alpi online, che sarà disponibile nell’area servizi online del portale Inail dal 2 al 15 maggio. L’Istituto ricorda inoltre il nuovo termine per richiedere lo sconto per prevenzione.

A partire dal primo maggio sarà reso nuovamente disponibile il servizio online “Riduzione per prevenzione”, che consentirà agli interessati di inoltrare telematicamente la domanda entro il 15 maggio, insieme alla documentazione degli interventi migliorativi in materia di salute e sicurezza che sono stati realizzati e alla domanda di sospensione degli adempimenti Inail. Per tutte le imprese che, invece, hanno inoltrato la domanda nei termini del 2 marzo, ma senza la documentazione probante, dovranno provvedere all’invio della documentazione integrativa, telematicamente, entro il termine del 15 maggio 2020. La circolare chiarisce, infine, che sempre entro il mese di maggio dovranno essere effettuati i versamenti dei carichi affidati agli agenti di riscossione in scadenza tra il 21 febbraio e il 30 aprile, che sono stati sospesi per le persone fisiche e le aziende dei Comuni indicati.  Negli stessi Comuni è stato differito dal 28 febbraio al 31 maggio il termine di versamento per chi ha aderito alla cosiddetta “rottamazione ter” ed è stata sospesa fino al 30 marzo la notificazione dei verbali unici di accertamento e degli illeciti amministrativi.

Notizie correlate: COVID-19: nuove restrizioni con il Dpcm 11 marzo 2020 - Chiuse le attività commerciali non di prima necessità: i chiarimenti della Fondazione Studi

0
0
0
s2smodern