Giovedì, 17 Gennaio 2019 09:18

Gig economy con più tutele e formazione

Dopo la sentenza della Corte d’appello di Torino, che ha riconosciuto l’applicazione del CCNL Logistica-Trasporto merci ai riders e, quindi, anche il diritto alle ferie e alle malattie, si riaccendono i riflettori sulla regolamentazione dei lavori nati dall’economia delle piattaforme, la cosiddetta “gig economy”. A parlarne su Radio Kiss Kiss è Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, evidenziando come sia “sterile” la discussione sulla distinzione tra lavoro dipendente e lavoro autonomo di fronte alle nuove espressioni di lavoro diffuse con la globalizzazione, l’innovazione tecnologica e l’intelligenza artificiale. “Le regole - osserva De Luca - vanno stabilite e non possono essere quelle di decenni fa”. Il suggerimento è quello di puntare sulle tutele e, allo stesso tempo, sulla riforma delle università e dei percorsi formativi.

Ascolta l’intervento

Notizie correlate: E-fattura al via fra ritardi e smentite - Chat e social durante il lavoro: crescono i limiti - Il 2019 di Fondazione Studi

0
0
0
s2smodern