Giovedì, 08 Febbraio 2018 08:52

Proroga della CIGS: i tempi per la richiesta

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto la possibilità di prorogare (solo negli anni 2018-2019) interventi di integrazione salariale straordinaria nei casi in cui non risulta possibile completare un programma di riorganizzazione o di crisi aziendale nei tempi previsti dalla normativa a regime a causa di complessità del piano di investimenti o di risanamento aziendale o anche quando ci sia un numero rilevante di lavoratori in esubero.

Al 17° Forum Lavoro/Fiscale Manuela Gaetani, Direzione Generale Ammortizzatori Sociali e della Formazione del Ministero del Lavoro, ha fornito alcune precisazioni sui tempi tecnici per avanzare tale richiesta. Il primo aspetto da chiarire – ha sottolineato - è che prima di poter presentare la domanda è necessario stipulare un accordo in sede ministeriale al quale partecipano le regioni interessate e solo successivamente potrà essere presentata la domanda di proroga. E’ utile chiarire che a questa domanda non si dovrebbero applicare i termini per la presentazione delle istanze previsti dal decreto legislativo 148 per i trattamenti di cigs cd. “a regime”. Questo perché si tratta di un intervento che deroga ai principi generali per cui, in assenza di una specifica previsione normativa, non risulterebbero applicabili le disposizioni procedimentali previste per la Cigs. Per questo motivo, ha poi sottolineato la dott.ssa Gaetani, il Ministero del Lavoro sta lavorando ad una circolare per chiarire questi aspetti. Nel corso dell’intervento la Gaetani si è soffermata sulla possibilità per le imprese, che si rendessero conto sin dall’inizio dell’impossibilità nel completare il programma nei termini stabiliti, di richiedere la proroga anche nei primi mesi della sua attuazione. Gaetani ha evidenziato come questo però non può comportare una sorta di prenotazione delle risorse finanziarie perché, in ogni caso, l’accordo e la domanda devono essere aggiornati al momento in cui si presenta l’effettiva necessità di sospendere o ridurre l’attività lavorativa per concludere dei programmi.

Rivedi il dibattito

Leggi l'approfondimento della Fondazione Studi con le risposte ai quesiti del 17° Forum Lavoro/Fiscale

Notizie correlate: Fisco e lavoro, nuove regole dalla Legge di Bilancio 2018 - Ticket per i licenziamenti collettivi, imprese, Cigs - Ammortizzatori, le novità introdotte dalla Legge di Bilancio