Giovedì, 21 Dicembre 2017 17:46

INL, i principali risultati dell'attività di vigilanza

Sono 150.651 le aziende sottoposte all'attività di vigilanza dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro nel periodo 1° gennaio 30 novembre 2017, facendo registrare un tasso di irregolarità significativo pari al 65% degli accertamenti. Due aziende su tre sono risultate irregolari con un 1 lavoratore in nero ogni 2 aziende irregolari per un totale di oltre 43.700 lavoratori sommersi. Questo, in sintesi, il resoconto dell'anno zero dell'Ispettorato, presentato questa mattina durante la conferenza stampa, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sull'attività di vigilanza del 2017 con particolare riferimento ai settori delle cooperative, della logistica, del trasporto e degli appalti, anche a seguito delle segnalazioni effettuate dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro agli organi vigilanti.

Nel 2017 una particolare attenzione negli accertamenti è stata dedicata ai comportamenti elusivi realizzati dalle c.d cooperative spurie con l’attivazione di verifiche in sinergia con altre amministrazioni competenti come il Ministero dello Sviluppo economico. Fra le iniziative di particolare interesse descritte nel corso della conferenza, infatti, il caso di una singola cooperativa che proponeva attività di somministrazione di lavoro promettendo a piccole e medie imprese notevoli risparmi sul costo del lavoro. La cooperativa ha ricevuto un verbale per oltre venticinque milioni di euro che ha consentito di tutelare migliaia di lavoratori. Più in particolare. gli accertamenti hanno evidenziato debiti contributivi per 19.600.000 euro e sanzioni civili per 6.400.000 euro attraverso l'esame di una mole straordinaria di documentazione, fra cui ben 78.000 buste paga.

Al fine di migliorare l'efficacia degli accertamenti nel settore - si legge nel documento dell'INL - l'Ispettorato ha avviato diverse iniziative: la condivisione con il MISE di un vademecum per l'attività di accertamento, nuovi impulsi ai c.d Osservatori sulla cooperazione e l'avvio di attività di vigilanza straordinaria che interessa importanti realtà cooperative che operano nel settore della logistica e che fanno ampio ricorso ad appalti e somministrazione.

Leggi il rapporto sull'attività di vigilanza 2017 dell'INL

Guarda il servizio

Pennesi su attività di vigilanza Ispettorato nel 2017

Papa su somministrazione a basso costo e ruolo CdL

Notizie correlate: Appalti e somministrazione illecita: come contrastarli - Caporalato appalti e intermediazione: dei veri "reati sociali" - Pennesi: in aumento somministrazione e appalti illeciti