Giovedì, 26 Ottobre 2017 17:12

Pensioni, legittima perequazione assegni

La Consulta ha ritenuto legittima la perequazione delle pensioni relative al periodo 2012-2015. Il responso è giunto ieri in risposta al blocco attuato nel biennio 2012-2013 dalla stessa Corte costituzionale sugli assegni pensionistici di importo superiore ai 1.405 euro (pari a tre volte il minimo). Gli aumenti sulle pensioni saranno, quindi, ridotti perché realizzano «un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze di finanza pubblica». 

Nell'articolo a pag. 33 di Italia Oggi a firma di Daniele Cirioli, disponibile nel servizio quotidiano di rassegna stampa nazionale per tutti i Consulenti del Lavoro iscritti al portale della Fondazione UniversoLavoro, si ricostruisce la vicenda delle rivalutazioni partendo dalla disciplina introdotta dalla Legge finanziaria 1999  e dagli aumenti attribuiti a partire dal 2001, passando poi alla rivalutazione imposta dalla Legge Fornero nel 2012 e alla censura della Consulta con la sentenza n.70/2015.

Notizie correlate: Inps, no alla rivalutazione delle pensioni - Pensioni, ecco a chi spettano gli arretrati - Crediti su pensioni, i Consulenti del Lavoro a Porta a Porta