Giovedì, 12 Ottobre 2017 16:00

De Luca: "Impensabile che il lavoro autonomo possa non essere pagato"

Secondo il Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca, la sentenza n.4614/2017 del Consiglio di Stato è "a dir poco sbalorditiva nei suoi contenuti", poiché afferma che è lecito lavorare per la Pubblica Amministrazione in maniera gratuita. Una pronuncia che favorisce o "rende quasi obbligatorio" il lavoro senza compenso di un professionista per un ente pubblico. Ma quale vantaggio può nascere da questa decisione? L'unico, secondo De Luca, è quello di potersi fregiare nel proprio curriculum vitae della collaborazione con una Regione, una Provincia o un Comune. Senza però ricevere in cambio alcunchè per l'attività svolta, ma solo un rimborso spese.

Le motivazioni di questa sentenza non sono, dunque, coerenti con i principi del sistema giuridico italiano tanto da far ribadire con urgenza l'introduzione di un equo compenso per i professionisti, così come ricordato dall'art. 36 della Costituzione. "È impensabile - sottolinea De Luca in un video - che ci possa essere uno Stato che decida a tavolino che il lavoro autonomo può essere non pagato. Questo è soltanto lavoro nero", conclude. 

Guarda il video

Notizie correlate: Equo compenso al pari del salario minimo legale

0
0
0
s2smodern