Mercoledì, 11 Ottobre 2017 13:11

Professionisti, cumulo contributivo più vicino

Si concretizza la possibilità per i professionisti iscritti alle Casse di previdenza di cumulare gratuitamente i periodi assicurativi non coincidenti. Con il comunicato stampa del 10 ottobre il Ministero del Lavoro ha fatto sapere di aver comunicato alla Direzione Generale dell'Inps il nulla osta allo schema di circolare che l'Istituto dovrà pubblicare per i contributi versati dai professionisti a più Enti previdenziali. La prima circolare sul cumulo contributivo emanata dall'Istituto (n.60/2017) risultava, infatti, priva di indicazioni operative per i liberi professionisti iscritti ad albo e con contributi accantonati in una o più Gestioni INPS.

Ora, dopo l'ok del Ministero e in attesa di nuove istruzioni dell'Istituto previdenziale, ci si aspetta che il cumulo preveda due condizioni. In primo luogo, l'integrazione al minimo delle pensioni e la quattordicesima per chi ha almeno 64 anni di età, che dovrebbero scattare solo se la prestazione pensionistica sia composta almeno da una quota che la preveda. In secondo luogo, dovrebbe esserci una crescita progressiva del trattamento pensionistico a seconda del periodo di maturazione dei requisiti anagrafico-contributivi previsti dai singoli ordinamenti previdenziali. 

Per consocere il commento del Presidente dell'Associazione degli Enti previdenziali privati sul tema ed avere maggiori informazioni sulle ipotesi di cumulo contributivo è possibile consultare l'articolo a pagina di "Norme e Tributi" de Il Sole 24 Ore, disponibile per tutti i Consulenti del Lavoro iscritti al portale della Fondazione UniversoLavoro che accedono al servizio quotidiano di rassegna stampa nazionale a loro disposizione. 

Notizie correlate: Di Michele: "pronta circolare su cumulo pensione" - Ricongiunzioni onerose illegittime per la Corte Costituzionale

0
0
1
s2smodern